?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Mind the Map
Mind the Map. Mappe, diagrammi e dispositivi cartografici
Lorenza Pignatti 
blank
Arte, Italia 2011
95 pp.
Prezzo di copertina € 12,60
Editore: Postmedia , 2011
ISBN 9788874900589


Postmedia books

Una raccolta di saggi che intende far scoprire ai lettori quanto può essere suggestivo un excursus nel potere intrigante che può produrre una semplice mappatura, specialmente nell'arte contemporanea.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Mind the Map: Cartografie artistiche

Flavio Favelli non disegna né cancella, ma colleziona carte geografiche antiche su cui interviene sezionandone parti particolarmente significative.

Un percorso affascinante alla scoperta di itinerari sconosciuti nell'arte contemporanea, ma non solo. Così si potrebbe definire l'interessante saggio a più voci Mind the Map - Mappe, diagrammi e dispositivi cartografici, a cura di Lorenza Pignatti. Un testo che vuol far scoprire ai lettori quanto può essere avvincente un excursus nel potere intrigante che può produrre una semplice mappatura. Per farlo la studiosa si avvale della collaborazione di autori dagli interessi più vari. Annemarie Sauzeau, moglie di Alighiero Boetti, ci descrive le cartografie multicolori del celebre artista. L'antropologo Franco La Cecla narra, in pagine pregne di alta cultura, la relazione che esiste tra spostamento, cammino, direzione in rapporto alla tracciabilità di una mappa. Il regista e scrittore Marco Bertozzi descrive invece la breve storia di alcuni cineoperatori impegnati a mostrare al pubblico degli inizi del Novecento una diversa forma di visione geografica.

Il volume si apre, dopo una ricca ed interessante introduzione della curatrice, con un una breve dissertazione della stessa Pignatti sul tragitto intellettuale ed estetico delle avanguardie artistiche attraverso i progetti e le invenzioni di mappature, che poco o nulla hanno a che fare con la cartografia ufficiale. Si procede così dalle deambulazioni dadaiste e surrealiste alle "mappe" ricamate di Alighiero Boetti, fino a giungere alle derive psicogeografiche dei situazionisti e ai cosiddetti organigrammi di Mark Lombardi, vere e proprie "strutture narrative", in quanto visualizzazioni dei tanti network globali del potere e della politica. Un'agile "mappatura" dell'arte contemporanea, insomma, letta non solo attraverso le opere dei loro autori, ma soprattutto tramite la divulgazione di mostre, convegni e festival di arti digitali. Segue un toccante articolo di Annemarie Sauzeau in cui viene descritto l'itinerario storico, artistico e politico del celebre artista torinese Boetti, attraverso l'elaborazione di una propria "geopolitica artistica". "Boetti amava la geografia così come amava il viaggio, reale e mentale. Amava la storia così come amava il tempo, quello che corre e quello che resta". Il breve pezzo ha così il pregio di accostare il metodo Alighiero & Boetti all'evoluzione e alle varie rappresentazioni dell'uso delle mappe nell'opera di altri grandi artisti contemporanei. Di arti, ma non solo, narra invece il breve saggio di Franco La Cecla che traccia, attraverso esempi di artisti contemporanei, uno stimolante percorso sulla deambulazione sia fisica sia intellettuale, sul cammino, spostamento, direzione, per considerare compiutamente le motivazioni profonde che inducono a tracciare una mappa. Il volume termina con un curioso excursus di Marco Bertozzi. Partendo dai cineoperatori, che a bordo di mongolfiere, dirigibili, treni in corsa e persino battelli donavano alle platee dei primi spettacoli cinematografici una nuova visione prospettica del mondo che li circondava, giunge fino agli attuali tecnici dei vari network, locator media e google maps.

I saggi qui raccolti formano così un volume agile, curioso ed interessante, relativo a un'indagine "indisciplinata che abbraccia vari campi del sapere, dove la mappa è intesa come panorama, travelogue, archivio, diagramma cognitivo e strumento di sperimentazione artistica."



Roberto Barzi  (15-01-2011)

Leggi tutte le recensioni di Roberto Barzi


Vota il libro!
La media è 4.87 (8 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom