?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Invertendo l'ordine dei fattori
Invertendo l'ordine dei fattori
Lello Gurrado 
blank
Romanzo, Italia 2011
222 pp.
Prezzo di copertina € 14,50
Editore: Marcos y Marcos , 2011
ISBN 978-88-716-8594-6


Marcos y Marcos

Per trent'anni la storica Orologeria Rocchi è stata tutto il suo mondo, la sua vita, ma le cose cambiano. La crisi economica diventa crisi esistenziale e Gianni precipita in un vortice da cui non riesce più a uscire. E non si tratta solo del lavoro, si tratta della famiglia, dei figli, delle amicizie. Mattone dopo mattone, tutto quello che ha costruito sembra crollare. Per salvarsi c'è solo una cosa da fare, ma bisogna avere coraggio. Gianni ne sarà capace?

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Invertendo l'ordine dei fattori: La stanza dei sogni e della nostalgia

Tutto è incominciato circa un anno e mezzo fa quando, un po' alla volta, mi sono accorto che nella mia vita era cambiato qualcosa di fondamentale. A quel punto mi sono smarrito e piano piano ho perso tutte le mie certezze. Non so più chi sono, che cosa faccio, qual è il mio ruolo.

Chi non vorrebbe avere una sua riservatissima "stanza dei sogni e della nostalgia"?
Magari ce l'abbiamo tutti, anche se molti hanno perso la chiave e se ne sono dimenticati. Magari non è reale ma solo metaforica, nascosta in fondo al cuore, nell'angolo più lontano e più buio del ventricolo destro, o se preferite sinistro.
Quella di Gianni, il protagonista del romanzo Invertendo l'ordine dei fattori di Lello Gurrado, è una stanza vera, un locale di quaranta metri quadrati destinato all'esposizione degli orologi in vendita. E già, perché il nostro Gianni fa, forse dovremmo dire faceva, l'orologiaio.
In quella stanza, ogni giorno alle ore 18.00, si compiva il miracolo sonoro che ha segnato in modo indelebile la sua vita.
"Non era grande più di quindici centimetri, e ancor meno era alto. Nero e luccicante, aveva la forma di un pianoforte a coda. Il quadrante con le ore era collocato al centro esatto della coda che in quel momento, mentre il carillon suonava, si era automaticamente sollevata per permettere a una minuscola ballerina di porcellana di lasciare il vano che conteneva le corde e fare un balletto sulle punte girando lieve come una libellula su un tamburo, al suono della musichetta. Mi parve di riconoscere Il Mattino di Grieg".
E quello era stato solo l'inizio di un vero e proprio concerto.
Gianni sognava di diventare professore di lettere, ma in quel momento aveva deciso che avrebbe riparato e venduto orologi, come suo padre, come il nonno e il bisnonno.
Ma da allora sono passati trent'anni e tante cose sono cambiate.
L'abbiamo imparato fin dalle elementari: invertendo l'ordine dei fattori il prodotto non cambia.
Quello che è vero in aritmetica però non è vero nella realtà.
Nella vita di Gianni la graduale inversione dei fattori produce cambiamenti epocali e il nostro orologiaio smarrisce la rotta, incapace di adattarsi a un mondo che non gli appartiene e rispetto al quale si sente un corpo estraneo.
In una situazione del genere c'è chi reagisce negando l'evidenza dei cambiamenti, chi fugge, chi rinuncia a se stesso rassegnandosi alla sconfitta.
Anche Gianni tenta la fuga, ma non funziona, e allora dovrà esplorare strade nuove senza paura di perdersi, mettendosi in gioco fino in fondo.
Magari proprio quando crediamo di essere arrivati al capolinea e non intravediamo vie d'uscita, la vita ci riserva una sorpresa, ma dobbiamo essere bravi ad afferrarla al volo.
Gurrado riesce a coniugare il tema importante, serio, con il tono leggero della commedia, senza peraltro banalizzazioni e senza note caricaturali; in definitiva nei panni di Gianni potremmo facilmente essere noi.
La stessa leggerezza la ritroviamo nella felice caratterizzazione psicologica dei personaggi, e il risultato è un romanzo godibilissimo e stimolante che induce il lettore al sorriso e alla riflessione, e non è un pregio da poco.


Giancarlo Montalbini  (15-01-2011)

Leggi tutte le recensioni di Giancarlo Montalbini


Vota il libro!
La media è 5.0 (2 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom