?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Niente da capire
Niente da capire. Tredici storie senza mistero
Luigi Bernardi 
blank
Racconti, Italia 2011
143 pp.
Prezzo di copertina € 10
Editore: Perdisa , 2011
ISBN 978-88-8372-520-3


Perdisa

Tredici fulminanti racconti, in cui Ŕ il crimine a farla da padrone.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Niente da capire: Casi risolti

Il momento pi¨ imbarazzante era stato quando un agente aveva aperto la porta e l'aveva vista incantata sullo schermo del televisore, intenta a fissare le sequenze di una delle videocassette recuperate a casa del cadavere, quella denominata Alessia.

Niente da capire. Tredici brevi racconti che narrano storie di ordinaria follia, tredici crimini apparentemente senza valide motivazioni, se non addirittura senza senso e, al contempo, tredici situazioni, tredici stati emotivi nella vita caotica e senza respiro della protagonista di questo libro: Antonia Monanni, magistrato inquirente. Ecco a cosa allude il titolo di questa breve antologia composta da Luigi Bernardi, che illustra al lettore come la follia omicida non abbia limiti e come una semplice, seppur brava magistrata li possa risolvere nel giro di pochi giorni, se non addirittura di poche ore, trovando persino il tempo per una propria vita privata, per quanto caotica possa apparire. Una vita disordinata, quella della magistrato inquirente, nella quale la solitudine la fa da padrona, un caos esistenziale il suo, che fa da contraltare ai casi su cui deve indagare. Casi sconclusionati, delitti gratuiti senza nessuna logica apparente, con giustificazioni il pi¨ delle volte davvero squallide. Niente da capire dunque, niente da indagare forse, se non le cause psicologiche che hanno indotto una buona e devota moglie ad uccidere il proprio congiunto, un padre affettuoso a massacrare la propria figlia, alcuni bravi studenti ad assassinare una loro collega, un'anziana ricoverata in una casa di riposo ad ammazzare la sua vicina di letto... Ed Antonia Monanni tenta di comprendere l'omicida, cercando una spiegazione razionale dietro un gesto a volte inconsulto. Lo fa immedesimandosi, persino, nei panni del criminale di turno e calandosi nella sua psiche. Motivazioni, quelle della protagonista della raccolta, che vanno ben al di lÓ del suo dovere di magistrato inquirente, che coinvolgono invece la sua esistenza effimera. Ed Ŕ proprio nel narrare l'equilibrio precario tra la vita problematica dell'inquirente e la sorte ormai segnata delle vittime che sta la bravura di Luigi Bernardi, capace di miscelare con cura gli elementi che conducono al delitto con i fattori esterni che portano la Monanni ad investigare sulle cause che hanno indotto persone comuni ad uccidere. I tredici racconti descrivono abilmente le scene del misfatto, gli spazi fisici e temporali nei quali si svolgono i delitti, rievocati in alcuni casi anche dagli stessi omicidi di fronte al magistrato. Crimini a volte inumani, abilmente narrati in un linguaggio crudo ed essenziale, che ben si adatta alla brevitÓ dei racconti. Storie a volte inventate di sana pianta, a volte invece ricavate da fatti di cronaca ancora pi¨ efferati nella loro realtÓ quotidiana che non nella versione dell'abile narratore.

Roberto Barzi  (15-01-2011)

Leggi tutte le recensioni di Roberto Barzi


Vota il libro!
La media è 4.31 (161 voti)
 

Dello stesso autore
Senza luce
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom