?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
39 colpi di pugnale
39 colpi di pugnale
Giacomo Battiato 
blank
Noir, Italia 2010
238 pp.
Prezzo di copertina € 16
Editore: Gaffi , 2010
ISBN 978-88-6165-077-0


Gaffi

Un atroce delitto perpetrato ai danni di una madre di famiglia nella Sicilia del 1836 dà l'avvio ad una complessa indagine condotta da un giovane magistrato siciliano, animato da un profondo senso di giustizia.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

39 colpi di pugnale: Troppi indizi

Una donna che si autoaccusava del crimine dormiva libera nel suo letto mentre l'altra, che dichiarava la propria innocenza, era in carcere. Francesco rifletteva sul suo precario esercizio della legge e sulla sensazione colpevole e frustrante di sentirsi in mano alle emozioni molto più che alla ragione.

Giunto alla sua terza opera - Fuori dal cielo, L'amore nel palmo della mano -, Giacomo Battiato rivela anche qualità storico-letterarie nel romanzo 39 colpi di pugnale. Il testo prende infatti spunto da una drammatica vicenda realmente accaduta nel 1847, in cui la duchessa Fanny Praslin veniva atrocemente assassinata con ben trenta pugnalate. L'autore traspone la vicenda nell'assolata Sicilia del 1836/37, periodo coincidente con la grave epidemia di colera che mieterà migliaia di vittime. La trama è presto detta: in un baglio di proprietà di una ricca famiglia di commercianti inglesi viene rinvenuto il cadavere martoriato da 39 coltellate di Emma Ashby, moglie del potente Robert. Incaricato delle indagini è il giovane giudice Francesco Sutera, che in quel periodo stava attraversando un dramma personale - la separazione dalla moglie -, ma non per questo risultava essere meno lucido e scrupoloso nelle sue investigazioni. Accusata da prove schiaccianti e da moventi presumibilmente passionali e di vendetta è la governante Angelica Umiltà, legata affettivamente ai figli della vittima e da lei recentemente allontanata con l'accusa di essere l'amante del coniuge. Affascinato dal carattere fiero e dalla sensualità mediterranea della donna, Sutera inizierà a credere all'innocenza di Angelica, rinforzato nella sua ipotesi dalla confessione a lui rilasciata da Juliet, la figlia diciassettenne degli Ashby, che si autoaccuserà del matricidio. Sutera finirà per scontrarsi con i suoi superiori, che non vogliono suscitare scandali negli ambienti altolocati dell'isola e sarà costretto a lasciare la sua professione.
39 colpi di pugnale narra una vicenda dai sapori antichi con l'utilizzo di un linguaggio colto, ma al contempo crudo e attuale nella sapiente descrizione dei suoi personaggi. Composto in maniera brillante, il testo risulta una miscellanea di generi letterari, che vanno dall'horror al mélo, dallo stile romantico al noir, ma che nell'insieme lo rendono gustoso e di scorrevole lettura. La parte più affascinante del racconto non è legata tanto alla vicenda poliziesca narrata, bensì alle impressioni di genere cinematografico - Battiato è principalmente un regista - che lo scrittore intercala spesso nel testo, fino ad arrivare alla scena clou: la rappresentazione in chiave manzoniana degli effetti devastanti del colera sulla popolazione. Ed è qui che il romanzo raggiunge il suo apice con pagine di intenso lirismo quando descrive lo straziante incontro al lazzaretto tra il magistrato e il suo fido cancelliere Ventura, ormai prossimo alla morte.


Roberto Barzi  (04-01-2011)

Leggi tutte le recensioni di Roberto Barzi


Vota il libro!
La media è 3.77 (728 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom