?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Io sono Achille. Vi racconto la vendetta. Vi racconto la guerra. Io vi racconto il perdono.
Ransom
David Malouf 
blank
Romanzo, Australia 2009
220 pp.
Prezzo di copertina € 17,50
Traduzione: Francesca Pe' Franca Cavagnoli
Editore: Frassinelli , 2010
ISBN 9788888320618


Frassinelli

Mentre Achille infierisce sul corpo di Ettore, che ha vinto in duello, Priamo, il re di Troia, trova in una delle sue visioni la strada per mettere fine all'indicibile strazio. Deve mettere da parte gli abiti reali, caricare un riscatto a peso d'oro su un carro anonimo e arrivare fino alle trincee di Achille per proporgli lo scambio. Prima ancora deve sostenere la sua idea con la moglie, Ecuba, e con tutta la corte, poi la deve condividere con i suoi compagni di viaggio, senza alcuna certezza, seguendo le incognite di un sogno e del caso.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Io sono Achille: Il riscatto di un sogno, l'Iliade secondo David Malouf

Ah, maestà, ci sono tante cose che non sappiamo. Accade il peggio ed ecco, è fatto. Le pulci continuano a mordere. Il sole sorge di nuovo.

In un universo, quello dell'Iliade, regolato dalla disciplina militare, dalle norme dei reami e delle repubbliche, dai mille legami di sangue, dalle alleanze e dai tradimenti, dalle spinte dei filosofi e dalle bizze degli dei, è "il caso" a guidare Priamo verso il nemico. Lo vede tutti i giorni, Achille, a tormentare il cadavere del figlio, Ettore. Un supplizio che "non è mai abbastanza" perché l'eroe greco vuole vendicare l'amico Patroclo, a sua volta ucciso in battaglia da Ettore. "La guerra dovrebbe essere praticata con rapidità con decisione" per consentire ai guerrieri di tornare contadini, per trovare il tempo di "renderti conto di quanto sia cresciuto tuo figlio rispetto alla tacca dell'anno scorso sullo stipite della porta" e invece, al contrario delle riflessioni di Achille, la guerra non è mai finita e diventa una barbarie quotidiana dove si alternano lunghe onde di noia ad attimi di purissimo orrore. In preda allo sconforto, per il figlio, per l'assedio, per l'età che volge al termine, Priamo trova consiglio nella visita notturna della dea Iride che gli suggerisce di proporre a Achille il riscatto del corpo di Ettore. Il vecchio re dubita che lo scambio possa essere una scena inguardabile, ma la dea lo illumina: "Non una farsa, amico mio, ma come stanno le cose. Non come devono essere, ma come sono andate. In un mondo che è anche soggetto al caso". E' proprio "il caso", più del destino o del cielo, a governare le piccole e grandi tragedie umane e allora Priamo sceglie la partenza anche se "tutto ciò ha il carattere di un sogno, dove proprio in questo modo i fatti e gli oggetti sembrano sconcertanti e insieme fulgidamente familiari". La scheggia dell'Iliade rivista da David Malouf diventa un romanzo magnifico, dove l'epica guerriera si evolve, un passo alla volta, quando i padri si ricordano dei figli, in una tregua fatta di "giorni di dolore, ma anche di requie dal frastuono e dagli orrori della battaglia. Un tempo per vivere". David Malouf ha trovato l'ispirazione per la rilettura dell'Iliade in una sua poesia che ricordava i tempi della seconda guerra mondiale: a scuola i vetri erano tenuti insieme dal nastro adesivo, per sicurezza, e "anche noi eravamo rimasti in sospeso nel mezzo di una guerra non finita". Rivedere l'Iliade è stato anche riviverla, visto che secondo David Malouf "l'interesse principale risiede nella narrazione stessa, perché le storie vengono narrate e perché abbiamo bisogno di sentirle, come cambiano narrandole, e molto di quanto c'è da narrare è costituito da racconti non narrati rinvenuti solo ai margini degli autori precedenti". Così ha voluto "il caso" e David Malouf ha scoperto tra luci e ombre di qualche millennio fa una storia nuova, intensa e toccante.

Marco Denti  (22-12-2010)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.19 (78 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom