?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Inquietudine in paradiso
Inquietud en el Paraìso
Oscar Esquivias 
blank
Romanzo, Spagna 2005
416 pp.
Prezzo di copertina € 15,60
Traduzione: Angela Lorenzini
Editore: Keller , 2008
ISBN 9788889767085


Keller

Burgos, estate del 1936. Gli spettatori di una conferenza al Salone Rosso del Teatro Principale ascoltano un'affermazione assurda: Dante per scrivere la Divina Commedia ha visitato in vita il purgatorio. A pronunciare queste parole è don Cosme Herrera, penitenziere della cattedrale, convinto che il Purgatorio sia un vero e proprio libro di viaggio e che sia possibile condurre una spedizione in quel luogo dell'aldilà. Tra l'entusiasmo e le critiche, la buona società burgalese inizia i preparativi per questa impresa, come se si trattasse di uno degli avventurosi viaggi di Jules Verne. Allo stesso tempo, il generale a riposo Dávila si affanna a organizzare un'avventura ben diversa: il golpe militare che dovrà far cadere la Repubblica.

naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio naldinagrigio

Inquietudine in paradiso: O meglio in terra spagnola

A quell'ora, l'unica fonte di luce in tutta la cattedrale era costituita dalle minute candele che tremolavano davanti ai numerosi altari e dai lumini che vegliavano i tabernacoli. I sacrestani chiudevano rumorosamente i cancelli e scuotevano le chiavi perché i turisti uscissero dall'edificio e i fantasmi tornassero nelle loro tombe. Don Cosme, con la stola ancora sulle spalle, lo condusse per la crociera con un'agilità inconsueta e si piantò davanti a una sepoltura posta proprio all'inizio del deambulatorio.
"Allora, cosa ne pensa? Cosa mi dice?"
E allargò le braccia, come un mago che, grazie a una formula magica, avesse appena fatto comparire nel muro la tomba che gli stava indicando.


Un romanzo apparentemente storico, quello di Esquivias, che a dispetto del titolo e delle premesse si addentra, o cerca di farlo, soprattutto negli accadimenti tristemente noti che, come in gran parte d'Europa, portarono la penisola iberica in un lungo periodo oscuro e macchiato di sangue. Non è chiarissimo l'intento dell'autore, su dove voglia andare a parare con questa opera a tratti sconnessa, dal tono forse troppo spesso leggero visto l'argomento trattato, dove personaggi e descrizioni appaiono poco profondi, dove le scene appaiono spesso scollegate e i tanti (troppi) nomi dei protagonisti appaiono quasi come macchiette confondendosi tra di loro, e confondendo il lettore. La narrazione è nel complesso abbastanza scorrevole ma l'uso eccessivo di salti e divagazioni distoglie la concentrazione del lettore, inutilmente impegnato a cercare di cogliere il rapporto, allegorico o metaforico che dir si voglia, che probabilmente l'autore ha inteso dovrebbe unire golpe e guerra civile con la vicenda del purgatorio. Alla fine ciò che resta è soprattutto l'inquietudine, del lettore...

Luigi Brasili  (13-07-2010)

Leggi tutte le recensioni di Luigi Brasili


Vota il libro!
La media è 3.28 (66 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Attraverso il paradiso
Dante, l'inevitabile. Breve storia dell'Albania con Dante Alighieri
Il Circolo Dante
Il metodo Dante
Il paradiso del diavolo
L'amante del paradiso
L'imperfezione è il nostro paradiso
Prigionieri del Paradiso
Sembra proprio di stare in paradiso
Un paradiso all'inferno
Un'ora e mezza dalle parti del paradiso
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom