?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Ho rubato la pioggia
Ho rubato la pioggia
Elisa Ruotolo 
blank
Racconti, Italia 2010
159 pp.
Prezzo di copertina € 14
Editore: Nottetempo , 2010
ISBN 978-88-7452-233-0


Nottetempo

I racconti di questa raccolta sono tre: Molto Leggenda, Il bambino è tornato a casa e Guardami. Tutte le storie sono molto diverse tra loro a parte i luoghi in cui sono ambientate: non sarà di certo lo stesso paese, quartiere o città. E' la terra che accomuna queste storie e fa appassionare al figlio dell'allenatore di una squadra di calcio che perde sempre. La squadretta di quartiere di un uomo che ha ereditato il posto di suo padre e per il quale non conta null'altro se non riuscire a dimostrare che può farcela: i suoi giocatori prima o poi riusciranno a non lasciare il campo sconfitti. Alla vittoria inaspettata arriva grazie a suo figlio, subito appellato Molto Leggenda, un re per coloro che percorrono ogni giorno le sue stesse strade e guardano il suo stesso cielo, un signor nessuno per i compagni della squadra in cui lo prenderanno a giocare vedendo in lui un campione che non c'è, che è rimasto per sempre in quel campo di terra battuta dove ha segnato la sua prima rete. Ne Il bambino è tornato a casa, invece, protagoniste sono donne molto diverse tra loro: la madre di un bambino scomparso e le sue due cognate, appassionate di telenovelas e, adesso che il nipote non c'è più, dedite anima e corpo a confortare quella madre che ancora aspetta suo figlio e che è stata lasciata dal marito per una nuova vita. In Guardami, invece, a parlare è un bambino che osserva la sua vita passare insieme a quella del padre con cui vive e a Silvia, amata da Cesare che non riesce a dirle di essersi innamorato di lei.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Ho rubato la pioggia: "...nessuno, nemmeno la pioggia ha così piccole mani..."

In fondo le era successo quello che tutti dicevano sarebbe capitato: di abituarsi. Quando glie l'avevano presentato come un comportamento naturale, addirittura necessario, che niente aveva da spartire con l'incuranza, Maria aveva scosso la testa giurando che non la riguardava. Da principio a ogni levata pensava di non poter arrivare a finire il giorno, che certamente il cuore, la testa, o ciò che ancora la teneva in piedi le sarebbero scoppiati prima dell'imbrunire.

Leggendo la raccolta di racconti scritta da Elisa Ruotolo ho subito pensato a E.E. Cummings, ad un film di Woody Allen e ad alcuni versi del già citato autore: "...nessuno, nemmeno la pioggia ha così piccole mani...". Potrebbe sembrare un enorme controsenso, un paradosso, qualcosa che non c'entra assolutamente nulla con le vicende narrate dall'autrice, con le realtà da lei descritte, con le storie nelle quali ci fa entrare ma io, non saprei spiegare il perché, nonostante la durezza, la fatica e il dolore che vengono fuori dalle parole, ho cominciato ad immaginare una donna minuta ed un po' timida, gentile, che racconta ciò che ha osservato, sicuramente dopo aver mutato determinati particolari per non far dispiacere nessuno. Una mano sottile, occhi bassi ma non impauriti, volontà di ferro e atteggiamento discreto. Se vi aspettate dei racconti romantici o sdolcinati dopo queste parole, siete completamente fuori strada: questo preambolo così lieve nasconde una forza incredibile e una scrittura secca, asciutta, a volte spietata, ma che riesce sempre e comunque a centrare il bersaglio. Elisa Ruotolo è la persona che si vorrebbe conoscere, che forse si incontra tutti i giorni e che non si sa, non si può immaginare, che ci guarda e che quello che vede diventerà una storia. Ciò che racconta può essere vero come completamente inventato, il protagonista del primo racconto potrebbe essere suo fratello, un cugino, il vicino di casa: non lo sapremo mai. La nonna di cui parla è la sua? Non è importante. Le sue parole scorrono veloci, i tre racconti li leggi in un soffio e tutto ciò che pensi, alla fine, è che ti dispiace che tutto già sia finito.

Alice Scolamacchia  (29-06-2010)

Leggi tutte le recensioni di Alice Scolamacchia


Vota il libro!
La media è 3.08 (95 voti)
 

Articoli
lettera.com intervista Elisa Ruotolo
lettera.com intervista Elisa Ruotolo (2)
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom