?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La provincia degli angeli neri
La provincia degli angeli neri. Antiromanzo criminoso
Mara Sonnino 
blank
Noir, Italia 2007
158 pp.
Prezzo di copertina € 17
Editore: Il Filo , 2007
ISBN 978-7842-616-0


Il Filo

Un breve romanzo noir che conduce il lettore nel "misteriosofico".

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

La provincia degli angeli neri: La caduta degli angeli

Più ci pensava, più si convinceva che, per quanto vittima di un lucido delirio, un diciassettenne non poteva aver architettato qualcosa di così potente da avere effetti più di dieci anni dopo. Escludendo la magia, nell'accezione deteriore del termine, rimanevano due strade da percorrere: la religione e la scienza.

Nella notte di equinozio della primavera del 1992 cinque adolescenti si davano appuntamento nel parco di villa Pamphili per un rito di iniziazione. Esso consisteva nel veicolare il loro odio e la loro aggressività contro chi li aveva fatti soffrire, per mezzo di alcune litanie mormorate in ginocchio davanti ad un vecchio vaso di coccio, posto al centro di un cerchio e decorato da scritte greche. E' questo l'inizio del singolare romanzo, dalle fosche tinte noir, intitolato La provincia degli angeli neri, composto dall'esordiente Mara Sonnino. Un lungo racconto che traccia la parabola discendente di Erik, Lila, Flavio, Claudia e Alessio. Sì, discendente, poiché quel rito dal vago sapore mistico-esoterico dodici anni dopo li condurrà all'autodistruzione. Non si vuole aggiungere altro alla trama dell'interessante romanzo per non togliere al lettore la soddisfazione di addentrarsi personalmente nel testo. Possiamo solo aggiungere che i cinque amici vedranno le loro esistenze annientate, che sia davvero stata tutta colpa dell'iniziazione? E che ruolo svolge, all'interno dell'opera, padre Lehmann, un gesuita di ampia cultura? Lo si scoprirà inoltrandosi con attenzione nelle accurate pagine di questo lungo racconto d'esordio. Una specie di noir metropolitano "maudit", nel quale emergono droga, sesso estremo, degrado e violenza pur non dominando indiscriminatamente la scena, dove non poteva mancare un fondo di misticismo e di inventiva. Nostro compito ora è quello di giudicare questo componimento, e lo facciamo volentieri poiché il romanzo è scritto con cura, i personaggi sono adeguatamente raffigurati, l'ambiente è ben rappresentato, le peripezie esistenziali dei vari personaggi sono state delineate con polso fermo dalla giovane scrittrice. Inoltre il lungo racconto è ben costruito e ritmato, però, poiché c'è un però, bisogna aggiungere - per dovere di cronaca - che il romanzo appare ancora inevitabilmente acerbo nella forma. Mara Sonnino ha comunque tutte le qualità per emergere come scrittrice, deve solo sapere affinare il suo stile letterario. L'unico aspetto che turba davvero il nostro giudizio è il banale sottotitolo: Antiromanzo criminoso.

Roberto Barzi  (26-06-2010)

Leggi tutte le recensioni di Roberto Barzi


Vota il libro!
La media è 3.37 (54 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom