?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Design Sistemico
Design Sistemico. Progettare la sostenibilità produttiva e ambientale
Luigi Bistagnino 
blank
Saggio, Italia 2009
272 pp.
Prezzo di copertina € 16,50
Note: Carlo Petrini
Editore: Slow Food , 2009
ISBN 9788884991898


Slow Food

Il modello che, fin dalla Rivoluzione Industriale, è stato alla base del progetto e della realizzazione di qualsiasi attività produttiva si sta rivelando insostenibile per il nostro pianeta. Il Design Sistemico mira a riprodurre la straordinaria interconnessione dei processi naturali per arrivare ad un sistema in cui venga eliminato del tutto il concetto di scarto da smaltire come sottoprodotto dei processi produttivi, sostituendolo con quello di output che funziona da input per un altro processo. Le attività produttive quindi, da sequenze lineari chiuse che trasformano delle materie prime in prodotti finiti e rifiuti di cui liberarsi diventano un insieme interconnesso e, parallelamente, i problemi che i progettisti devono risolvere diventano molto diversi.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Design Sistemico: Sperando che basti

Il punto di partenza è il Design Sistemico: la progettazione di sistemi aperti in cui non esistono scarti di produzione. Il punto di arrivo è un beneficio per l'intera collettività.

C'erano una volta i catastrofisti, le cassandre che a gran voce annunciavano l'inevitable collasso del mondo tra gli sguardi tra il divertito e lo scettico di praticamente tutti gli altri. Poi i ruoli si sono invertiti e i picchiatelli sono diventati quelli che a gran voce sostengono che tutto va bene, che le margherite in Antartide sono carine, che il petrolio non finirà mai (e in caso c'è l'uranio, no?) e quindi possiamo allegramente continuare ad abitare il nostro paradiso. La questione fondamentale a questo punto è: come ne veniamo fuori? Luigi Bastagnino propone un cambio di approccio nel concepire un sistema produttivo (non necessariamente industriale), ispirato al funzionamento dei processi naturali che, guarda caso, non contemplano il concetto di rifiuto, di scarto di cui disfarsi in quanto inutile. Per usare un'immagine brutale ma efficace, in natura la merda diventa cibo e viceversa in un ciclo perfetto che, secondo Bastagnino, deve diventare il modello a cui ispirarsi. Nel progettare un processo produttivo l'obiettivo diventa così inserirlo in un complesso in grado di trasformarne i sottoprodotti in materie prime per altri processi. Il sistema di processi interconnessi che si ottiene diventa la garanzia della sostenibilità delle attività produttive e la via di uscita dal vicolo cieco in cui ci siamo cacciati. Design Sistemico fornisce una serie di casi concreti di applicazione di questi principi, sottolineandone anche la migliore efficienza in termini strettamente economici: le attività che si creano per dare vita al sistema sono infatti nuove occasioni di profitto con le ricadute positive che si possono facilmente immaginare. Il Design Sistemico ci salverà? Più in generale, riportare il pianeta in una situazione di equilibrio sostenibile è una questione di design industriale come sembra suggerire Luigi Bastagnino? O sarà inevitabile modificare radicalmente le dinamiche di consumo delle merci, magari senza tornare all'età del bronzo, e alcune delle priorità del sistema economico così come lo conosciamo oggi? Meditate gente, meditate.

Marco Dellantonio  (24-04-2010)

Leggi tutte le recensioni di Marco Dellantonio


Vota il libro!
La media è 2.88 (110 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Design & Crime
Design del popolo - 22 invenzioni della Russia post-sovietica
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom