?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
L'ombra del falco
L'ombra del falco
Pierluigi Porazzi 
blank
Giallo, Italia 2010
285 pp.
Prezzo di copertina € 17
Editore: Marsilio , 2010
ISBN 978-88-317-9959-1


Marsilio

Un serial killer sconvolge la provincia friulana. Le sue vittime sono tutte ragazze giovanissime; dopo aver abusato di loro le uccide squartandole davanti a una telecamera. E' soprannominato il Teschio dalla maschera che indossa per rendersi irriconoscibile. Che legame c'è con i delitti del Becchino di tre anni prima? Quali misteri nasconde la clinica Salimbeni? Può l'omicidio diventare, per una mente malata, una forma di arte? Sullo sfondo un mondo dominato dalla corruzione dove il potere, la carriera e il denaro sembrano rappresentare gli unici valori.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

L'ombra del falco: I mostri abitano vicino a noi

La coreografia è tutto. Non si può presentare un cadavere così, come capita. L'omicidio, per lui, è una forma d'arte, l'unica ragione della sua esistenza, il mezzo per emergere dalla massa, per esprimere il suo genio, la sua superiorità. E' l'unico modo che conosce per essere un Dio.

L'ombra del falco è un giallo pulp horror e Pierluigi Corazzi, giovane autore al suo primo romanzo, si colloca nella migliore tradizione degli "scrittori cannibali".
Il rischio in questi casi è che la forte caratterizzazione di genere possa suscitare grandi consensi negli affezionati e ancora più grandi resistenze nel pubblico dallo stomaco un po' delicato.
Cominciamo con il cadavere di una ragazza che affiora tra i cumuli di immondizia di una discarica. L'assassino ha squarciato il corpo dallo sterno al pube con precisione chirurgica e ha prelevato gli organi interni. Siamo nel Nordest d'Italia, una zona tranquilla dove gli omicidi sono una rarità, il caso suscita dunque particolare scalpore tanto più che la vittima è Alessia Djordjevic, figlia di un noto chirurgo primario in una clinica "per ricchi" fuori città.
Tempo una decina di pagine ed è la volta di Nicole; stesse modalità del primo assassinio, solo che questa volta c'è una telecamera a riprendere il tutto. Ma lo spettacolo non è per noi, non ancora: è riservato alla polizia in un estremo gesto di sfida e nel tentativo di coinvolgere nelle indagini un ex poliziotto a riposo.
Alessandro Nero da tre anni non vive più, sopravvive, da quando il Becchino ha violentato sua moglie e sua figlia e poi le ha uccise infierendo selvaggiamente sui loro corpi.
Ma il Becchino è morto. Un suicidio o un'esecuzione a sangue freddo? Ai tempi lo stesso Nero era stato sospettato di quella morte, ma il caso era stato presto archiviato. Comunque fossero andate le cose era solo stata fatta giustizia.
Se non è il Becchino ritornato indietro dall'inferno chi è che si nasconde dietro il Teschio?
Dopo Alessia e Nicole è la volta di Giorgia, una prostituta che nulla sembra avere in comune con le ragazze che l'hanno preceduta, e poi ancora Lucrezia.
Questa volta il collegamento c'è: Lucrezia era amica intima di Alessia. La solita telecamera riprende tutto, ma noi abbiamo il privilegio di assistere in diretta alla sua agonia e allo scempio che viene fatto del suo corpo. SI CONSIGLIA LA VISIONE/LETTURA AI SOLI ADULTI.
Intanto inquietanti messaggi arrivano in questura: sei pacchi contenenti le mani, il tronco, le gambe e le braccia di Nicole, mentre la testa ricompare sul banco di una fiera gastronomica.
E dopo Lucrezia Monica. Il suo corpo verrà ritrovato appeso per i piedi ad una balaustra lungo un sentiero sul fiume.
A questo punto però basta perché trattandosi di un giallo ho detto anche troppo. Preparatevi comunque ad un finale imprevedibile ricchissimo di colpi di scena.
Solo due parole sui personaggi. C'è il politico che impersona il potere e che in perfetto stile mafioso è disposto a tutto per salvaguardare i suoi interessi, ci sono i poliziotti buoni e quelli cattivi, i burocrati della questura e della magistratura pronti a ossequiare il potente di turno, ci sono corruttori e corrotti, c'è il giovane magistrato timido e impacciato che novello Don Chisciotte si trasforma solo per una notte in supereroe, e poi c'è il Profeta dalla doppia vita e dalla misteriosa identità.
Non vi dirò nulla di Alessandro Nero e di Cristiano Barone, i due poliziotti amici che alla scrivania e alle scartoffie preferiscono la strada con i suoi rischi e le sue zone oscure.
Nel complesso un romanzo scorrevole che si legge tutto d'un fiato, sempre che non siate tipi troppo suggestionabili.


Giancarlo Montalbini  (18-04-2010)

Leggi tutte le recensioni di Giancarlo Montalbini


Vota il libro!
La media è 3.29 (97 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom