?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Il lungo treno di John Cage
Il lungo treno di John Cage
Inkyung Hwang 
blank
Saggio, Italia 2007
128 pp.
Prezzo di copertina € 12
Editore: ObarraO , 2007
ISBN 978-88-87510-28-7


ObarraO

Un saggio dedicato alla figura di John Cage, alla sua arte e alle miriadi di influenze, ispirazioni che hanno girato e girano intorno alla figura del musicista americano. Ma non solo, un viaggio anche alla scoperta dei rapporti fra pittura e musica, musica e silenzio, arte e nuove tecnologie. Pronti a salire a bordo?

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Il lungo treno di John Cage: Da John Cage alla video art. Fermate intermedie Fluxus, Duchamp, New York...

Se la passione di Duchamp erano gli scacchi, quella di Cage furono i funghi.

E' un lungo viaggio quello compiuto da Inkyung Hwang, autrice di questo interessante e stimolante saggio, a bordo del treno - John Cage. Un percorso che parte dalla poliedrica e versatile personalità di Cage per toccare diverse mete e continenti da scoprire: Marcel Duchamp e la sua arte, il movimento Fluxus, New York come crocevia di artisti e istanze culturali, per approdare fino alla video art di Nam June Paik, artista coreano nonché amico di Cage.
Il saggio della Hwang ci permette di entrare in quel palazzo di specchi che è l'arte contemporanea. Specchi che si riflettono l'uno nell'altro, dove in ognuno ritroviamo frammentate le immagini degli altri.
Normale quindi diventa leggere del rapporto fra un Duchamp ormai anziano e John Cage, del cenacolo newyorchese nato nella casa di Peggy Guggenheim e Max Ernst, dei rapporti fra la video art e l'onnipresente Cage.
Hwang esplora i rapporti fra musica e arte, con Kandinskij e Schönberg protagonisti, dove il primo tenterà una forse utopica unione fra le due.
Il saggio della Hwang diventa quindi uno strumento essenziale per comprendere passaggi inconsueti dell'arte novecentesca, per risalire ad alchimie profonde che hanno dato vita a sperimentazioni artistiche e musicali.
Basti ad esempio pensare alla rivoluzionaria forma artistica inaugurata da Jackson Pollock, artista che si ritiene, citando il saggio, "abbia fatto da ponte tra pittura e performance".
Le testimonianze riportate dall'autrice riflettono un profondo amore per l'argomento, trattato con competenza ma senza mai scadere nell'illeggibilità, difetto che spesso si trova nella prosa e nella ricerca artistica.
Ma se volessi fare il pignolo un difetto il saggio della Hwang lo dimostra nell'abbondanza di argomenti messi in campo, correndo il rischio di voler dire tutto in uno spazio esiguo. Forse tagliare qualche tema per privilegiarne solo alcuni sarebbe stata una scelta meditata.


Massimiliano Ferrari  (11-02-2010)

Leggi tutte le recensioni di Massimiliano Ferrari


Vota il libro!
La media è 2.78 (23 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom