?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Le conseguenze
Le conseguenze
Giovanni Montanaro 
blank
Romanzo, Italia 2009
237 pp.
Prezzo di copertina € 16,50
Editore: Marsilio , 2009
ISBN 978-88.317-9830-3


Marsilio

Nella Berlino del 1987, quando ancora c'era il Muro a dividere la città, Leo Kamp, sarto e falsario, aiuta chi vuole espatriare clandestinamente dalla DDR. Un quadro ricevuto quale compenso per i suoi servizi diventa l'occasione per raccontare la vicenda umana di Vincent des Jours, un pittore vissuto a Parigi alla fine del Cinquecento. Due grandi storie d'amore: la prima ha come sfondo il conflitto religioso tra cattolici e ugonotti e vive il suo epilogo nella drammatica strage della notte di San Bartolomeo nel 1587, la seconda si colloca tra la fine del secolo scorso e i nostri giorni, l'amore che si fa cronaca.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

Le conseguenze: Più forte del destino

Le storie non finiscono mai, forse, ma c'è un momento in cui diventano altre. Di altri. E quello è il momento in cui ci si può fermare. E si può raccontarle.

"Se si potesse tornare indietro, a quel momento, tutto sarebbe diverso. Io mi comporterei diversamente. Ne sono sicuro... E' che ormai è troppo tardi per rimediare".
Quanti di noi non hanno detto o pensato una cosa di questo tipo? Un'esperienza comune a tanti, forse tutti, che diventa in qualche modo il motivo conduttore de Le conseguenze di Giovanni Montanaro. Un'astuzia, un trucco forse, ben riuscito, che permette più facilmente al lettore di calarsi nella storia, nelle storie che sta leggendo.
"In ogni vita c'è almeno un momento in cui le cose potevano andare diversamente. E ognuno, prima o poi, lo rivive e tenta di modificarlo, di cancellare il passato: un rimprovero a un figlio che si è allontanato per sempre, un invito a cena rifiutato, una notte d'amore, una parola di troppo... Perché esiste per chiunque il momento da cui deriva la vita, in cui cominciano le conseguenze".
Le conseguenze di Giovanni Montanaro è un romanzo particolare in cui si fondono generi diversi e si intrecciano storie lontane nello spazio e nel tempo. Più che in libro è un labirinto in cui si potrebbe facilmente perdere l'orientamento se non fosse per le intestazioni dei brevi capitoli che costituiscono una sorta di fil rouge che ci guida e ci aiuta a ritrovare la strada là dove l'avevamo interrotta o dove avevamo preso una direzione diversa.
Prepariamoci dunque a continui cambi di scena e ad altrettanto frequenti salti avanti o indietro nel tempo. Partiamo dalla "Toscana - 2008" e subito dopo siamo nella "Berlino Est - 1987", tempo due pagine e ci ritroviamo prima a "Parigi - 1572" poi a "Lisbona - 1611".
C'è nelle ultime pagine del romanzo l'immagine di un enorme specchio andato in pezzi e uno dei protagonisti ne ricava tanti specchi più piccoli di diversa forma e grandezza. E' come se la realtà si moltiplicasse, non una ma decine e decine di facce, non una ma tante e diverse possibilità, tante e diverse possibili conseguenze.
"Pensai a quanto cambiano le cose, anche se non ci si spera più, e pensai anche che non è vero che debbano andare in un determinato modo, perché le sole conseguenze che contano, nella vita, derivano dall'esistenza del futuro, dal fatto che c'è sempre una possibilità e niente è dato una volta per tutte".
Non è un caso che uno dei protagonisti del romanzo, l'invenzione narrativa sicuramente più riuscita, sia Leo Kamp, sarto nonché falsificatore di passaporti nella Berlino immediatamente prima del crollo del Muro.
"Tutto dipendeva da me, perché ero io a scegliere l'identità di chi mi chiedeva di aiutarlo a fuggire. Io decidevo il suo nome, il suo volto, il modo di vestire, il mestiere e il passato. Era un compito difficile... Mi aveva sempre eccitato; bisognava inventare un uomo. Dargli una storia. Farlo nascere, crescere, studiare, piangere, sposare, lavorare".
E' un po' come per lo scrittore che crea i suoi personaggi, la sua, le loro storie.
Ma chi è davvero Leo Kamp? Solo alla fine scopriremo che anche quel nome è falso come i tanti nomi sui documenti contraffatti.
Ma la storia di Leo Kamp si sovrappone a un'altra storia, quella di Vincent des Jours, pittore vissuto a Parigi alla fine del Cinquecento e innamorato di Adeline, giovane moglie del duca cattolico Marc Antoine de Montrouge. Sullo sfondo il conflitto religioso tra cattolici e ugonotti e la drammatica strage della notte di San Bartolomeo.
Casualmente Leo Kamp, dopo cinque secoli, entra in possesso di un quadro di Vincent des Jours, un dipinto che cela due grandi e appassionate storie d'amore.
Si diceva in precedenza della commistione di generi letterari diversi - romanzo storico, spy story, romanzo d'amore, romanzo psicologico - , una operazione letteraria difficile e rischiosa che tuttavia Giovanni Montanaro è capace di sostenere in modo efficace e coinvolgente.
Una breve considerazione sulla singolare scelta stilistica dell'autore: usando una metafora cinematografica, è come se la macchina da presa passasse di mano in mano da un protagonista all'altro con continui cambi di prospettiva; a volte poi alla prima persona, sempre diversa, si alterna la terza, una voce fuori campo che descrive la scena dall'alto offrendo uno sguardo d'insieme e legando tra loro i diversi punti di vista. E' come se i personaggi avessero preso la mano all'autore e fossero riusciti a far sentire la loro voce in presa diretta, vite autonome che non si accontentano di essere raccontate ma vogliono raccontarsi.
E forse proprio questo è uno dei segreti e delle magie dello scrivere.


Giancarlo Montalbini  (02-01-2010)

Leggi tutte le recensioni di Giancarlo Montalbini


Vota il libro!
La media è 3.09 (83 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Berlin Alexanderplatz
Berlin Babylon
Berliner express
Berlino 1945-La caduta
Il giardino delle belve
Il passato di Shoko
Il passato è una terra straniera
Il venditore di passati
La Stasi dietro il lavello
La notte di San Giovanni
La ragazza che viene dal passato
Le oscure verità del passato
Lettera a Berlino
Oggetti da Berlino
Porta di Brandeburgo. Storie berlinesi 1945-1947
Rosso
Russendisko
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom