?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La vita personale
La vita personale
Renzo Paris 
blank
Romanzo, Italia 2009
366 pp.
Prezzo di copertina € 16
Editore: Hacca , 2009
ISBN 978 88 89920 26 8


Hacca

Quarant'anni di vita culturale italiana fanno da sfondo alle vicende personali di Luca Saraceni, professore-poeta, classe 1944. Egli stesso - alter ego letterario di Renzo Paris - narra la propria vita, ricorrendo all'analisi dei suoi amori: la poesia, in primis, e poi le sue donne. Di queste, tre in particolare sono state le sue madri/amanti: la poetessa romana Laura, moglie legittima e femminista convinta; l'americana Karen, madre del suo unico figlio; ed infine la trentina Sara, adultera e passionale.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

La vita personale: Memorie di un letterato tra fantasia e verità

Io ricordo giornate di grande depressione quando Laura mi lasciò, ubriacature già al mattino presto, la voglia che avevo di togliermi la vita. L'avevo amata alla follia, al punto che guardavo la realtà con i suoi stessi occhi. Ero fiero di presentarla ai miei amici letterati, da quelli famosi come Moravia e Pasolini, agli esordienti come Dario Bellezza, a una poetessa che mi aveva turbato come Amelia Rosselli.

Difficile collocare quest'opera in un'unica definizione; si può parlare di romanzo sentimentale, in quanto siamo alle prese con una sorta di autobiografia raccontata attraverso storie d'amore, sesso e amicizia; si potrebbe ancora considerare una testimonianza storica dell'illustre Scuola Romana, all'interno della quale è possibile vivere fianco a fianco con personaggi del calibro di Pasolini, Moravia, Amelia Rosselli, Antonio Veneziani e Sandro Penna. Possibile, infine, pensare queste pagine come una lunga e attenta autoanalisi con la quale l'autore affronta con ironia le proprie ossessioni, convinzioni ed utopie, rapportandole al mondo che lo circonda, sconvolto da veloci mutamenti e cambiamenti di tendenza.
Poiché come l'autore-protagonista ama ripetere anche la poesia è "donna", è corretto affermare che tutto il racconto è dedicato in qualche modo al gentil sesso. Lo si potrebbe dividere in tre blocchi principali: Laura, Karen e Sara. Nel primo si raccontano gli anni settanta, la gioventù, l'amore per la letteratura e la poesia, la nascita del gruppo intellettuale, la crudeltà delle Brigate Rosse e il fascino un po' perverso delle lotte politiche e sociali. In questi anni Luca/Paris vive il suo amore più intenso, tuttavia sovrappone edipicamente la figura della moglie con quella della madre creando un perverso circolo vizioso che porterà alla rottura; d'altro canto lei, Laura, abbraccia in toto la nascente ideologia femminista, con la quale giustifica e legittima i suoi numerosi tradimenti.
Completamente diversa è la storia con Karen, donna bellissima ed intelligente ma con nessun interesse o pretesa intellettuale, ma che offre a Luca/Paris un grande dono: la paternità. Non si parla più, in quest'età più matura, di passionalità - seppure l'argomento sessuale è sempre molto (a volte troppo) presente; l'unione tra Karen e Luca è serena e borghese: si parla di "cibo, di abiti, di scarpe, di come educare il figlio a una vita sana, senza complessi di colpa". Eppure la loro convivenza è duratura e salda, tanto da sopravvivere anche all'irruente comparsa del passionale, distruttivo, svuotante amore per la giovane e irrequieta Sara.
Un libro abbastanza piacevole, e per certi aspetti culturalmente interessante; tuttavia il tema degli amori più meramente carnali porta di quando in quando al lettore una certa sensazione di monotonia.


Marta De Santis  (15-11-2009)

Leggi tutte le recensioni di Marta De Santis


Vota il libro!
La media è 2.94 (55 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom