?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La grande scimmia
La grande scimmia.Mostri vampiri automi mutanti (l'immaginario collettivo dalla letteratura al cinema e all'informazione)
Alberto Abruzzese 
blank
Saggio, Italia 2007
206 pp.
Prezzo di copertina € 20
Editore: Luca Sossella , 2007
ISBN 978-88-89829-29-5


Luca Sossella

Onore a King Kong, il film di consumo che appena all'inizio degli anni Trenta del secolo passato aveva spettacolarmente annunciato il punto di catastrofe della civiltà occidentale, fissando in un'icona indimenticabile il rapporto tra miti e tecnologia: Kong - la "grande scimmia" delle origini preumane precipita dall'Empire State Building, il grattacielo più alto del mondo, e celebra il suo lutto nella metropoli più potente della terra.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

La grande scimmia: Da Piranesi a Spiderman, passando per Karl Marx e Frankenstein

Ecco il motivo del titolo da me scelto per questo saggio sul fantastico. Tuttavia, allora non si sarebbe mai potuto immaginare che l'11 settembre 2001 la scena si sarebbe riprodotta nella realtà contemporanea esattamente nello stesso luogo simbolico e con il medesimo olocausto di carne umana. Non si adonti il lettore di questo accostamento tra la futilità di un film dell'industria culturale e un evento terribile come il crollo delle Due Torri di Manhattan. Sospenda almeno il giudizio, perché si appresta a leggere le ragioni di questo accostamento o quantomeno la sua iniziale prefigurazione, tracciata attraverso una serie di letture testuali in diversi territori mediali: letteratura, illustrazione, cinema, fumetti, persino i primi annunci della cibernetica di consumo.

Questo saggio è una sorta di bazar del fantastico, nato in tempi insospettabili, nei cui scaffali trovano posto tutte le creature mostruose, inquietanti, comprese quelle meno sospettabili, che si aggiravano e si aggirano, incombenti e onnipresenti, nella nostra società, fin dagli albori della comunicazione di massa. Per certi versi un saggio profetico, se si analizza il contenuto alla luce di ciò che avviene oggi nei rapporti tra televisione e politica. Oggi come allora, partendo da quando il fantastico era l'espressione di illustratori, incisori, scultori e artisti (i cui nomi sono oggi scolpiti nella pietra o nelle pagine al pari delle loro opere), l'autore di questa opera imponente punta l'attenzione sul modo in cui il bestiario del genere fantastico si sia evoluto negli anni, nei secoli, passando per rivoluzioni e guerre, trasformazioni del tessuto sociale, religioso, economico e tecnologico; un'evoluzione, una trasformazione che ha portato allo sfruttamento, all'annichilimento, quasi totale, di quella grande scimmia terribile e affascinante la cui ombra più o meno velata ha accompagnato la storia dell'uomo in tutte le sue espressioni artistiche e mediatiche. Un genere di mostro che in quanto tale è divenuto parte stessa del tessuto sociale, e che, come un'araba fenice, pur bruciando fino a esaurirsi per mano degli stessi media che l'avevano elevato e poi distrutto, continua ad apparire, o a nascondersi, a trasformarsi come strumento nelle mani di chi, o cosa, è in grado di replicarlo e reiterarlo adattandolo al cambiamento; cambiamento nel quale, alla fine, forse nulla è cambiato ma solo le apparenze. Perché nonostante queste apparenze, nonostante il cambiamento e l'evoluzione continua nel rapporto tra masse e classi di potere, se è vero che il re (Kong), è morto, è altrettanto vero che il re (Kong) è ancora vivo, e forse non morirà mai davvero.

Luigi Brasili  (15-11-2009)

Leggi tutte le recensioni di Luigi Brasili


Vota il libro!
La media è 2.8 (31 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Dizionario dei Film Horror
Il cinema dei mostri
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom