?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
I biplani di D'Annunzio
I biplani di D'Annunzio
Luca Masali 
blank
Romanzo, Italia 1995
270 pp.
Prezzo di copertina € 14
Editore: Todaro , 2002
ISBN 88-86981-43-0


Todaro
Vincitore del premio "Urania" 1995


La Grande Guerra poteva essere combattuta per la seconda volta, in un altro tempo, e disegnare una nuova geografia per la regione dei Balcani. Questa è l'ossessione e l'obiettivo di un gruppo di sovversivi viaggiatori del tempo del ventunesimo secolo. Matteo Campini, un valoroso pilota italiano, si troverà così a combattere due battaglie in due secoli diversi, dai cieli della prima guerra mondiale a quelli della Bosnia contemporanea.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

I biplani di D'Annunzio: Von Richtofen overdrive

Cara Flavia, purtroppo gli aerei sono come le belle donne. Da lontano magari si somigliano, ma ciascuno ha la sua personalità.

Saremo pure un popolo di poeti, di artisti, di eroi, di pensatori, di scienziati, di santi, di navigatori e di trasmigratori, ma sicuramente non ce la caviamo granché con la fantascienza. Eccoci dunque alle prese con libro fuori dal comune: un romanzo, appunto, di fantascienza tutto italiano, le cui premesse sono molto interessanti. Premiato e di conseguenza pubblicato da Urania nel 1995, I biplani di D'Annunzio è stato un ottimo successo di vendite il che è un'ulteriore stranezza.

In un'impalcatura steam punk, che ci presenta una variante tecnologica del passato, Masali inserisce temi tipicamente italici, ad esempio il rapporto di odio amore che da sempre ci lega all'impero austroungarico, giocando con il filo di continuità che percorre le vicende balcaniche degli ultimi cento anni, dall'assassinio dell'arciduca Ferdinando fino alle ultime guerre.

Ed è proprio lo scenario alternativo immaginato dallo scrittore torinese per la Grande Guerra l'aspetto più riuscito del libro, con gli Imperi Centrali che si trasformano nelle Democrazie Centrali per l'intervento di intelligenze artificiali in grado di cambiare il corso della storia e suggerire ai generali ed agli ingegneri tedeschi il modo per vincere una guerra persa. Per contro in altri momenti - ad esempio nei dialoghi - I biplani mostra qualche limite e forse avrebbe meritato un po' di lavoro in più.

Marco Dellantonio  (11-09-2004)

Leggi tutte le recensioni di Marco Dellantonio


Vota il libro!
La media è 2.86 (38 voti)
 

Dello stesso autore
La perla alla fine del mondo
La balena del cielo 

Altri libri per parola chiave
L'aereo "S.V.A."
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom