?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Le famose patate
Famous Potatoes
Joe Cottonwood 
blank
Romanzo, Stati Uniti 1978
300 pp.
Prezzo di copertina € 18
Traduzione: Franco Franconeri
Editore: Mattioli 1885 , 2009
ISBN 9788862610599


Mattioli 1885

Sfuggendo da un grave incidente in cui è involontario protagonista, Willy Middlebrook attraversa l'America sfruttando tutti i mezzi possibili: Con il passare del tempo, la sua fuga diventa sempre di più la ricerca di una vita sognata e sperata che si scontra con le crude evenienze della realtà e della strada.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Le famose patate: Ain't Got No Home, on the road con Joe Cottonwood e le sue "famose patate"

Metti ordine nella tua vita. C è A. B è A. B è C. A è B e C. Considera l'inverso.

Bisogna arrivare in fondo alla fuga di Willy Crusoe alias Willy Middlebrook per scoprire cosa sono Le famose patate. Il suo viaggio verso ovest (ma con molti cambi di direzione) nasce dal caso perché Willy si ritrova nel bel mezzo dell'omicidio di un poliziotto e non prova nemmeno a spiegarsi perché in un paese dove "la giustizia sta alla legge come la verità alla pubblicità" e le strade corrono per migliaia di chilometri come un'illusione di libertà, è più facile (e forse logico) scappare, che provare a farsi capire. Ma, pagina dopo pagina, e patata dopo patata, nel denso romanzo di Joe Cottonwood quell'episodio sembra soltanto un pretesto, lo sparo dello starter sulla linea di partenza ("Se non corri non vivi") perché con l'allungarsi del viaggio, aumenta la consapevolezza di Willy Crusoe di essere un outisder: "La mia scelta l'ho fatta. M'hanno aperto la porta e io ho scelto di non entrarci. Rimpianti non ne ho. Forse altri si sarebbero comportati diversamente. Forse li ho delusi, e in tal caso anche loro hanno deluso me. Significa che non capiscono. Guardano troppo la televisione". Non è il solo e il suo "road movie" è costellato di incontri, uno dei quali vale per tutte Le famose patate: "Gli piaceva parlare. Chiacchierammo per un'ora. Di quel che disse non ricordo una parola, né uno dei miei pensieri. Non ricordo nemmeno che aspetto avesse. Insomma, un perfetto incontro sociale. Non ci scambiammo assolutamente nulla". Nell'aria magari risuonano le note allegre e sognanti di Chiffons, Shirelles, Orlons, quasi un ripescaggio dei sogni traditi negli anni Cinquanta e Sessanta perché "le famose patate" attraversano un paese ingrigito e maleodorante, in cui c'è gente che ancora crede in "un mondo logico e benevolo" e che, paradossalmente (e parafrasando Joe Cottonwood), sa di essere viva solo quando ha paura. E i tratti picareschi, a volte persino irridenti, del romanzo non nascondono l'intima verità della storia di Joe Cottonwood: è il racconto di un'immensa solitudine. Molto dolorosa. Molto americana.

Marco Denti  (14-09-2009)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.46 (84 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom