?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
The Filth And The Fury
The Filth And The Fury
Julien Temple 
blank
Musica, Inghilterra 2009
64 pp.
Prezzo di copertina € 17,50
Editore: ISBN , 2009
ISBN 9788876381423


ISBN

Per certi versi è il secondo tempo di un film che comprende The Great Rock'n'Roll Swindle e, appunto, The Filth And The Fury: la vita e la storia dei Sex Pistols e dei loro tempi visti in prospettiva.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

The Filth And The Fury: Agents of Anarchy, il vero volto dei Sex Pistols

Se il punk fosse stato davvero un movimento di pura delinquenza e odio, sarebbe stato una creatura molto diversa. Invece era molto più sovversivo e divertente. Permetteva a chiunque di trasformarsi in personaggi da fumetto e usare quei personaggi per esprimere la propria rabbia.

Julien Temple è recidivo, avendo già dedicato ai Sex Pistols un film. Però The Great Rock'n'Roll Swindle li vedeva un po' troppo da vicino e in contemporanea per essere ancora credibile e poi contava sull'appoggio e sulla complicità di Malcom McLaren (il deus ex machina sopra i Pistols) per non puzzare almeno un po' di imbroglio. A trent'anni di distanza Julian Temple torna sul luogo del delitto (metaforico s'intende, perché poi Sid Vicious e Nancy Spungen sono morti davvero) e cerca di dare una versione più articolata e ponderata della "grande truffa del rock'n'roll" e inquadra l'avvento dei Sex Pistols in un contesto più complesso, come conferma in prima persona: "La crisi economica provocò i presupposti per la ribellione giovanile, il punk fornì strumenti affilati e spinse i ragazzi a reagire con la creatività, poi lo show business è riuscito a dividere la rivolta in tanti piccoli settori per rendere innocuo ogni altro movimento possibile. Forse il punk ha fatto più paura di quello che abbiamo sempre immaginato". Il quadro che emerge dal film (e in particolare nell'accurata edizione italiana anche dal libro allegato che alle immagini aggiunge, oltre alla testimonianza di Julien Temple, un saggio di Hugh Barker, un racconto di Marco Philopat, filmografia del regista e discografia dei Sex Pistols) è molto distante dagli schizzi impressionisti e dadaisti di The Great Rock'n'Roll Swindle. Qui i Sex Pistols vengono visti come se fossero un bassorilievo scolpito nella storia del rock'n'roll, il punto di vista guarda più al gruppo (e a Johnny Lydon) che a Malcom McLaren, alle implicazioni delle loro intuizioni più che alle fonti di ispirazioni e, insomma, finalmente riesce a far vedere l'altra faccia della medaglia. L'insieme non è relativo perché come scrive Hugh Barker "la loro brillante e fulminea parabola sembra racchiudere tutto ciò che occorreva al punk, tutta la violenza, il caos e la assoluta comicità necessaria per comprenere cosa accadde" e gli stessi contorni della loro esistenza facevano coincidere limiti e orizzonti. La conclusione non può che essere di Julien Temple: "Erano anarchici, imprevedibili, al punto che la cosa più grande che hanno fatto è stata sciogliersi all'apice del successo". Troppo e troppo in fretta, ma faceva parte del gioco.

Marco Denti  (14-09-2009)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.67 (37 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Blitzkrieg Punk
Jim Carroll
La mia banda suona il (punk) rock
Post-punk 1978-1984
Punk capitalismo. Come e perché la pirateria crea innovazione
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom