?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
I racconti del parrucchiere
I racconti del parrucchiere
Elvira Seminara 
blank
Racconti, Italia 2009
108 pp.
Prezzo di copertina € 7,50
Editore: Gaffi , 2009
ISBN 8861650104


Gaffi

Tredici brevi racconti con un unico punto in comune: il parrucchiere. Storie di spose trepidanti, di trans innamorati, di colf in partenza, di padri separati e shampiste sui generis raccontate in prima persona, come ad un diario. Emozioni, delusioni, speranze e desideri si susseguono rapidi come colpi di spazzola.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

I racconti del parrucchiere: Momenti di vita da leggere sotto il "casco"

E' così che sto decidendo, proprio in questo istante, di tagliare i capelli. Via questo biondo falso e fuori tempo, quest'aria oltrepassata da vamp in trambusto. Non capisco perché noi siamo condannati a portare capelli lunghi, gonne e tacchi per sembrare più donne, nemmeno le donne lo fanno.
Fra due ore uscirò da questo salone con i capelli corti e castani, e allora sarò finalmente un'altra donna. Un altro uomo. Un'altra donna


Il titolo potrebbe trarre in inganno, si potrebbe, infatti, immaginare una manciata di storie raccontate dal parrucchiere o al parrucchiere, che - come è risaputo - conosce vita morte e miracoli delle donne che si abbandonano letteralmente nelle sue mani. Invece, lo "stilista dei capelli" è solo un simbolo, il simbolo del cambiamento pieno di aspettative, nella maggior parte dei casi. L'autrice sembra voler dire che è proprio lì, fra i capelli, che si cela la nostra psiche e, dunque, anche il solo toccare le chiome mette in comunicazione con i pensieri dell'altro. Di questo, d'altronde, è convinta la shampista Milly, che nel massaggiare la cute sotto l'acqua tiepida, vede "spezzoni di vita buttati là, fantasie in libertà fra la schiuma" e si sente pervasa dalle vite altrui.
Ma i capelli rappresentano sopratutto uno stato d'animo, una scelta, un incipit verso il cambiamento; il primo passo verso qualcosa di nuovo; infatti, c'è sempre uno stravolgimento del look: capelli lunghi che subiscono un taglio netto, chiome nere come la notte che diventano gialle splendenti come il sole. Scelte drastiche prese per rompere con il passato, scacciare via i fantasmi di una grande sofferenza, così come accade a Chandrika, per cui il biondo platino compie l'incantesimo, donandole la forza necessaria per intraprendere il viaggio verso la sua nuova vita.
I capelli sono sottili, delicati, profumati, eppure così potenti; sono armi di seduzione, di umiliazione, sono simboli mitologici, religiosi o di appartenenza ad un ceto, ad una scuola di pensiero, basti pensare al punk, al reggae o al rock; sono segno di salute, di malattia, di ribellione, di remissione, insomma possono svelare molto di più della semplice estetica.
Un vecchio detto enuncia che "ogni riccio è un capriccio", nel nostro caso si potrebbe dire che ogni racconto è un fotogramma di vita quotidiana, non sempre frivolo, non sempre intenso, a volte banale ma sempre diverso e verosimile. Protagoniste assolute sono le donne, donne forti e risolute, donne un po' fuori di testa, donne ingannatrici; poco presenti gli uomini, che in queste poche pagine sono forse romantici ma quasi sempre perdenti e rassegnati. D'altra parte il parrucchiere, si sa, è lo sfavillante regno del femminile.
Un libro scorrevole, che scivola via senza troppa emozione, con qualche considerazione brillante e fugace sulla vita in generale.


Marta De Santis  (23-07-2009)

Leggi tutte le recensioni di Marta De Santis


Vota il libro!
La media è 2.51 (118 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom