?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Dolorose considerazioni del cuore
Dolorose considerazioni del cuore
Sandra Petrignani 
blank
Romanzo, Italia 2009
181 pp.
Prezzo di copertina € 14
Editore: Nottetempo , 2009
ISBN 9788874521784


Nottetempo

Tina e Vittoria, due amiche di vecchia data, non si vedono da lungo tempo e casualmente si rincontrano proprio il giorno del compleanno di Vittoria. Tina, scrittrice affermata, affascinante quanto irranggiungibile, figlia unica, si sta occupando degli anziani genitori; Vittoria, orfana di padre e di madre dai primi anni, è una solitaria per vocazione e vive con un cane. Il fortuito incontro spinge Tina a confidarsi all'amica di sempre. 

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Dolorose considerazioni del cuore: Raccontare per comprendere

C'è qualcosa più importante della vita? Il modo di viverla, probabilmente.

Sotto le coperte Tina scrive all'amica per spiegarle il silenzio fra di loro durato tre anni. Foglio dopo foglio le confida come è andata la sua vita: l'infanzia, l'adolescenza e l'età adulta fino ad oggi, divenuta lei la guida agli anziani genitori.
Da bambina vittima predestinata dell'infelicità coniugale dei suoi, si è data al libertinaggio, passioni travolgenti ma effimere, senza curare se stessa tanto meno il partner; non ha conosciuto l'alfabeto dei sentimenti ed è rimasta chiusa in se stessa. Fin dai primi anni Vittoria ha coltivato la solitudine. Tina e Vittoria sono due donne sole, lo sanno, hanno lo stesso DNA per questo riescono a stare bene insieme. L'anima del libro è il raccontare. Si inizia come una normale lettera poi la vicenda si srotola su diversi livelli temporali, passato presente e futuro, e spaziali, i luoghi abitati, ma preminente è quello introspettivo. La chiarezza con cui Tina unisce i pezzi della sua vita per spiegare i suoi comportamenti da adulta è magistrale ma anche la levità con cui raggiunge le "dolorose considerazioni del cuore". La voce narrante è sempre quella di Tina ma nei ricordi del passato remoto prende le distanze da se stessa, si vede in lontananza e scrive in terza persona. Finalmente Tina apre la sua vita all'amica senza nascondigli zigzagando con il tempo. Conclude la lettera scrivendo "Adesso siamo qui. Non spostiamoci troppo in fretta, diamoci tempo." Una sorta di riscatto per una donna sempre in fuga da se stessa.


Claudia Savarese  (20-06-2009)

Leggi tutte le recensioni di Claudia Savarese


Vota il libro!
La media è 3.38 (31 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom