?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Se controlli i media è fatta
Americans' mind
Gore Vidal 
blank
Saggio, Stati Uniti 2005
131 pp.
Prezzo di copertina € 12
Traduzione: Marina Astrologo Alessandra Olivieri
Editore: Datanews , 2008
ISBN 9788879813396


Datanews

Quasi un secolo di storia americana raccontata da Gore Vidal in due interviste rilasciate rispettivamente al giornalista italiano Giulietto Chiesa e a The Real News, network americano indipendente. Partendo da Benjamin Franklin, il padre della costituzione americana fino a George Bush, l'attuale presidente, il condottiero che afferma continuerà a fare la guerra per sempre. Si parla di Roosevelt, il presidente del New Deal che si sentiva un imperatore, di Truman che terrorizzò l'America con lo spauracchio della Russia e del comunismo; di Kennedy che rappresentava la nuova generazione di americani.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Se controlli i media è fatta: Dov'è la democrazia?

Mi chiede cosa penso sulla democrazia americana? Ci penso molto è chiaro alla democrazia americana, ma non ne ho mai visto il minimo segno o sentore, e dire che sono al mondo da un bel pezzo!

Gore Vidal, voce fuori dal coro, critico severo e fine conoscitore della storia politica del proprio paese in queste interviste rilasciate qualche anno fa a un network americano indipendente e ad un giornalista italiano non risparmia nessuno: racconta pregi e difetti di molti presidenti americani che hanno disegnato con le loro azioni spesso scellerate lo scenario mondiale. Esamina le vicende di un paese che hanno consapevolmente condizionato la vita e lo sviluppo di molti altri paesi, come l'Europa, l'America Latina e il Medio Oriente con visione lucida e al tempo stesso spietata, di chi le cose le ha vissute e viste dall'interno perché cresciuto tra uomini politici. Secondo Vidal la democrazia in America è cosa difficile da trovare. E questo a partire dall'elezione del presidente degli Stati Uniti che non è eletto dal popolo come si pensa. In realtà è eletto da uno sparuto numero di persone, i cosidetti grandi elettori che afferma lo scrittore non sono rappresentativi dell'americano medio: "il potere, quello che conta veramente cioè quello di eleggere il presidente, è in mano a una ristrettissima cerchia di maneggioni perchè non sono uomini politici, sono gente che maneggia". E quindi si interroga su come chi comanda può parlare di esportare in Afghanistan la libertà, la democrazia e l'indipendenza se queste cose non esistono a suo parere neanche in Texas. Racconta di come l'11 settembre è ancora gravido di domande. Una fra tutte, perché quel giorno non si sono alzati in volo i bombardieri, che per legge sono tenuti a decollare quando c'è un dirottamento aereo? Vidal ammette di non credere alle numerose tesi di complotto che sono emerse nei mesi successivi alla tragedia, ma comprende perché siano nate. Ritiene che la maggior parte della gente inizi a pensare che negli Stati Uniti è tutto un complotto. "Non sarebbe mai potuto accadere niente del genere quando eravamo un vero Paese, ma ormai non lo siamo più. Siamo proprietà della ristretta cricca formata dagli americani delle società per azioni."
Analizza gli aspetti e gli interessi che sono sopra a tutto, il petrolio ad esempio, e di come queste ultime guerre siano in realtà giustificate da motivazioni ben diverse da quelle proclamate. Perché le logiche che muovono chi comanda alla guerra sono altre, il potere, la ricchezza e la supremazia americana e non certo portare la libertà e la democrazia in paesi che non hanno chiesto di essere invasi. "In questo genere di politica è l'apparenza che conta. Così alla lunga, ritorniamo alla mia idea che la sola forma d'arte che gli Stati Uniti abbiano mai prodotto sia la pubblicità televisiva. Questa è la nostra forma d'arte, e così controlliamo la gente".


Laura Laera  (16-06-2008)

Leggi tutte le recensioni di Laura Laera


Vota il libro!
La media è 3.2 (64 voti)
 

Dello stesso autore
Giuliano

Altri libri per parola chiave
11 Settembre. Le ragioni di chi?
Bush contro l'America
Checkpoint
Dormire con il diavolo
Giù le mani
Guerra media e politica
L'America in pugno
Non facciamoci fregare. Come trovare i fatti nell'era della disinformazione
Stupid White Men
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom