?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Guappo e altri animali
Guappo e altri animali
Raffaele La Capria 
blank
Racconti, Italia 2007
132 pp.
Prezzo di copertina € 16,50
Editore: Mondadori , 2007
ISBN 978-88-04-56213-9


Mondadori

Un libro di racconti, ventisette, che hanno come protagonisti uomini ed animali. Fatti salvi l'introduzione ed il racconto che ispira il titolo, i testi provengono da opere già pubblicate.

naldina naldina naldina naldina naldinamezzo

Guappo e altri animali: Un bestiario che svela la nostra umanità

Guappo è il cane cui ho voluto più bene. [...] L'ho amato perché sembrava portare addosso, nel pelo, nel colore, nelle striature tigrate della pelliccia (una particolarità che incuriosiva la gente), negli occhi, nei movimenti e in tutti i suoi comportamenti, la consapevolezza di essere l'ultimo tra gli ultimi. Com'era umile e poco guappo il mio Guappo! E come ho amato la sua umiltà! Come la cosa più preziosa della Terra. Solo lui me l'ha mostrata in modo tale da farmi capire la frase del Vangelo: gli ultimi saranno i primi

Sono racconti particolari questi, un'antologia dalle opere di un grande scrittore, Raffaele La Capria. Lo sono perché rivelano un aspetto della vita che spesso passa inosservato: gli animali.
Ed è la vita, che La Capria descrive meravigliosamente bene in questi racconti, la vita nei suoi momenti di scoperta o di gioco o di noia o di disagio. Ma con un'attenzione specifica al fatto che l'uomo non è solo, ma vive insieme con gli animali su questa terra. Un bastardino, un pesce, un granchio, un orango in gabbia, un gabbiano, un polpo, quante cose fanno scoprire al lettore! Quante cose rivelano gli animali all'uomo, gli umili ai padroni del mondo. Fanno scoprire l'umanità. Proprio loro, che umani non sono.
Non ci troviamo di fronte a storie di simpatici animali antropomorfi, quali quelli che si vedono nei cartoni animati. Al contrario, è sempre l'uomo al centro di questi scritti. L'uomo che spesso è indifferente alla sofferenza delle bestie, a volte è crudele, e a volte invece si commuove per la sorte di un altro essere vivente.
La raccolta è dedicata a Guappo, il cane che, come dice La Capria, "mi ha tenuto compagnia negli anni più belli della mia senectute".
Una profonda riflessione sull'origine e sul prezzo della carne che mangiamo si impone al lettore nel breve racconto che apre l'opera, Il peccato originale.
Uno dei racconti, l'ultimo, La lezione del canarino, è in realtà una piccola perla, un piccolo saggio sul mestiere di scrivere.
"Fu un canarino, un canarino che imprevedibilmente si posò sulla mia spalla mentre attraversavo i giardini della Villa Comunale, a Napoli, fu un canarino a farmi intuire quanto poteva essere difficile il mestiere di scrivere. [...] Come si fa a far sentire ad un altro il battito del cuore, la sorpresa e la meraviglia di quel momento? Come si fa a trasmettere con le parole quello che m'è accaduto quando il canarino s'è posato sulla mia spalla? Non è questo un fatto insolito e straordinario? E dove le trovo le parole insolite e straordinarie per dirlo?"
Ecco, La Capria queste parole le ha trovate.


Guglielmo Nigri  (17-05-2008)

Leggi tutte le recensioni di Guglielmo Nigri


Vota il libro!
La media è 3.49 (59 voti)
 

Dello stesso autore
Cinquant'anni di false partenze ovvero l'apprendista scrittore
America 1957, a sentimental journey
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom