?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Come pescare, cucinare e suonare la trota
Come pescare, cucinare e suonare la trota
Cristò  
blank
Romanzo, Italia 2007
78 pp.
Prezzo di copertina € 8
Editore: Florestano , 2007
ISBN 978-889018578-6


Florestano

Il 24 Marzo del 2007 Francesco incontra il suo amico Stefano che, sprofondato su un divano, legge ad alta voce il testo di un Lied di Schubert, La trota. Il motivo di tale, alto momento recitativo è quello di persuadere l'unico spettatore, suonatore di pianoforte, a fare parte di un quintetto che si esibirà di lì a un mese e mezzo al teatro Piccinni di Bari. Stefano ha organizzato tutto: oltre a lui, contrabbassista, e a Francesco, ci saranno Monica alla viola, Giuseppe al violoncello, Caterina al violino, e niente di meno che il famoso cantante Roberto Andriani. Convincere il pianista non richiede molta fatica e, avendo da poco affittato una baracca di lamiera e tufo all'interno di un autoparco alla periferia di Bari, contemporaneamente alla preparazione del concerto, il fatiscente luogo viene trasformato in una sala prove. Francesco si adatta subito al posto in cui si trova il suo rifugio, esplora i dintorni e intesse rapporti con gli avventori del luogo, cominciando a gustare anche la bevanda ufficiale del piccolo bar all'ingresso dell'autoparco: birra ghiacciata. Tutti questi preparativi risvegliano nel giovane i ricordi di quando ha cominciato a suonare il pianoforte: la sua insegnante, la professoressa Crespi, e i suoi metodi, l'impaccio di allora e la prima volta che ha sentito di essere un musicista.
Le prove cominciano, il quintetto cerca la giusta armonia ma non tutto va come dovrebbe. Il motivo del contendere, esasperato dall'atteggiamento fastidiosamente divistico del cantante Andriani, dipende da un'interpretazione della musica che non è uguale per tutti. Le sensazioni che il Lied suscita nei diversi elementi del gruppo, le note che devono incrociare e accordare alcuni sentimenti e talune motivazioni, provocano divergenze d'opinione e relative tensioni. Fino a quando tutto precipita, le troppe differenze diventano incontenibili e Andriani decide di non fare lo spettacolo. Una defezione che sembrerebbe rovinosa regala al quintetto una piacevole sorpresa.


naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Come pescare, cucinare e suonare la trota: La musica, la sola che ci rimane è di allevamento

I miei occhi seguivano le sue mani. Capivo quello che succedeva sulla tastiera. Per la prima volta mi sentivo competente, per la prima volta nella vita avevo uno sguardo così consapevole. Valutavo i passaggi, comprendevo le difficoltà e soprattutto mi piaceva. Sentivo vibrare nella spina dorsale quella musica che i miei coetanei avrebbero giudicato noiosa, priva di alcun interesse. Mi lasciavo trascinare. Il placido torrente che ero spingeva sui margini e presto avrebbe allagato i campi.
L'ultimo accordo risuonò brevemente nella stanza.
La signora Crespi si alzò e, senza una parola, mi accompagnò alla porta.
Quel giorno divenni pianista.


La scrittura di Cristò è musicale. E' la prima impressione chiara nella mente durante la lettura del romanzo. La musica si percepisce nitidamente, arriva da tutte le parti, accompagna in ogni parola, è presente mentre si sfoglano le pagine e si sente, leggera, durante il procedere della storia. E' bello rendersi conto che anche non essendo esperti di musica e ricordando a malapena solfeggi ed esercizi sulla tastiera del pianoforte, questo delicato romanzo arriva comunque. Schubert ha scelto di musicare una poesia non particolarmente conosciuta, non un'opera d'arte, una storiella fatta di parole molto semplici. Parla di un ruscello limpido, di una trota capricciosa, di un pescatore furbo, del fango che intorpidisce l'acqua e di un osservatore in disparte. Poche frasi, un solo fine: il pescatore deve catturare la trota, il pesce deve tentare di salvarsi, l'acqua è l'unico tramite tra i due. Come far arrivare al pubblico questa contesa, rendere vividi e reali l'uomo, il pesce, l'acqua e il fango? Pianoforte, contrabbasso, viola, violino e violoncello. Le note portano in riva al ruscello permettendo a chiunque di seguire la scena, di guardare cosa accade, di vedere la trota che nuota allegra, il pescatore impaziente che decide di smuovere il fango sul fondo, sporcare l'acqua e catturare il pesce. L'autore racconta tutto questo e nel frattempo parla di Francesco, il protagonista, che ama la musica ma non riesce a convincersene, accetta senza entusiasmo di suonare con la piccola orchestra e intreccia il presente al suo passato di bambino che si avvicinava al pianoforte ed imparava a suonarlo e poi ad amarlo. Cristò ha un tocco leggero che conquista. Descrive magistralmente e senza retorica l'autoparco dove si trova la baracca, in un quartiere malfamato di una città che ha poco d'offrire in fatto d'arte e cultura; gli uomini che abitualmente vi gravitano sono sospettosi, non riescono ad accettare e a comprendere la presenza di un ragazzo che vuole suonare e per di più musica classica. Poi tutto cambia. La presenza di Francesco e della sua musica avvicina mondi diversi, lui, il maestro, comincia a bere birra insieme a Giacomino, il guardiano. I suoi colleghi d'orchestra cominciano a diventare suoi amici, i suoi ricordi assumono un'aura di tenerezza e l'arrivo di Giovanni, in maniera assolutamente inaspettata, riesce a far esplodere piaceri sopiti e la gioia di suonare insieme. Tutto è misurato, musica e parole si fondono all'unisono, la lettura è un piacere leggero, allegro ma non troppo.

Alice Scolamacchia  (17-04-2008)

Leggi tutte le recensioni di Alice Scolamacchia


Vota il libro!
La media è 3.65 (47 voti)
 

Altri libri per parola chiave
La trota ai tempi di Zorro
My Moby Dick
Pesca al salmone nello Yemen
Una canna da pesca per mio nonno

Articoli
Intervista con Cristò
Intervista con Cristò (2)
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom