?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La vera storia di Boy BantÓm
La vera storia di Boy BantÓm
Umberto Fiori 
blank
Romanzo, Italia 2007
144 pp.
Prezzo di copertina € 15
Editore: Le Lettere , 2007
ISBN 9788860870568


Le Lettere

Un bel giorno, in una forra selvosa appare - deforme, graffiata, albina - una Creatura. Un coniglio, o forse un pollo. E tuttavia la sua pare una lingua "incomprensibile ma chiara". Un bambino, allora, perduto e inselvatichito? Un pollo mannaro? Solo una cosa Ŕ certa: Boy BantÓm, come lo battezzano i media, ha una voce che non Ŕ di questo mondo. O di questa specie. Attorno alla Creatura si affannano scienziati, religiosi, politici, grandi comunicatori mediatici. Col solo risultato di attirare una fama planetaria sul bambino-pollo che canta come un angelo.

naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

La vera storia di Boy BantÓm: Una satira dei nostri giorni

"Noi" esordý Moini, fissando la camera che lo inquadrava sempre pi¨ da vicino, "non sappiamo quasi nulla di questo piccolo essere. Nessuno pu˛ dire molto di lui, neppure gli scienziati che lo stanno studiando". La telecamera inquadr˛ BantÓm che in braccio al Ministro scuoteva il casco bianchissimo...

Il professor Merli Ŕ uno studioso, che si occupa di uno strano progetto, commissionato e mantenuto con i fondi del ministero: monitorare il comportamento degli abitanti di un pollaio, ventiquattr'ore su ventiquattro. Il folto gruppo di ricercatori impegnati nel progetto lavora alacremente ma deve fare i conti con la scarsitÓ di risultati, contrapposta alle pressioni del Ministro che vorrebbe chiudere il progetto e usare i fondi per altre finalitÓ.
A salvare dal fallimento gli scienziati ci pensa questo "pollo", "bambino", "extraterrestre" o chi pi¨ ne ha ne metta, battezzato Boy BantÓm. Il bambino pollo salta fuori una notte dal pollaio che gli scienziati stanno monitorando; gli studi rivelano che non Ŕ un vero essere umano, ma nemmeno un pollo, difficile stabilire con certezza cosa sia. Ma Ŕ un dato di fatto che BantÓm sa parlare, e addirittura cantare. La sua rocambolesca entrata in scena gli fa guadagnare l'interesse dei media, le sue doti uniche lo rendono l'oggetto del desiderio dei cacciatori di share catodico. Cosý, Moini, ambizioso e spregiudicato cronista televisivo, riesce ad accaparrarsi la simpatia del bimbopollo e degli scienziati che seguono il caso. Con il risultato che Moini fa carriera tra i palinsesti, e il progetto trova nuovi fondi per andare avanti. Insomma, BantÓm Ŕ una specie di benedizione, come re Mida, ogni cosa che tocca diventa una fabbrica di soldi. Le sue ridicole canzoni assurgono al livello di Arte, battono ogni classifica di vendite; e si scatena cosý la lotta tra i discografici e Moini, ormai potentissimo, che guida il partito degli "animalisti", una corrente socio politica che vuole gli animali allo stesso livello dell'uomo. Grazie a BantÓm Moini diventa il re incontrastato del paese, e molti cadranno in disgrazia, nei ministeri e nei centri di ricerca, e anche il povero BantÓm conoscerÓ la polvere nascosta sotto i letti puliti.
Questo libro Ŕ una satira garbata e a tratti gustosa della societÓ in cui viviamo, dove l'uomo sembra avere maggiore importanza se compare in tv, dove i politici pensano soprattutto a mantenere la poltrona, dove gli scienziati sono soltanto una scusa per giustificare le spese dei ministri, e la loro sorte Ŕ sempre appesa a un filo, un filo teso sopra al vetro tagliente di un televisore; un filo pronto a essere spezzato da migliaia di forbici brandite dagli integralisti della corrente di pensiero pi¨ forte.
Un libro per chi ha apprezzato La fattoria degli animali di George Orwell o I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift.
Da sottolineare la ricca e gustosa serie di citazioni alla fine del libro.
Da evitare come la peste la postfazione finale, di Rocco Ronchi, assolutamente indigeribile.


Luigi Brasili  (10-02-2008)

Leggi tutte le recensioni di Luigi Brasili


Vota il libro!
La media è 3.25 (47 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom