?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Chesil Beach
On Besil Beach
Ian McEwan 
blank
Romanzo, Inghilterra 2007
150 pp.
Prezzo di copertina € 15,50
Traduzione: Susanna Basso
Editore: Einaudi , 2007
ISBN 9788806188702


Einaudi

In una camera con vista sul mare Florence e Edward consumano la loro prima notte di matrimonio in un'epoca in cui il sesso è ancora un'incognita misteriosa e l'amore è un'ipotesi ancora tutta da verificare.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Chesil Beach: Le nozze fatali, sesso, amore e rock'n'roll secondo Ian McEwan

Pur reputandosi troppo evoluti per credere al destino, restava paradossale ai loro occhi il fatto che un incontro di quella portata potesse essersi verificato per caso, determinato da centinaia di contingenze e scelte insignificanti.

La parte iniziale di Chesil Beach, che arriva fin oltre la metà del romanzo, è perfetta. Un racconto che è un piccolo capolavoro di scrittura: la prima notte di nozze di una coppia tanto innamorata quanto impacciata, il mare fuori dalla finestra, la cena servita in camera, un elenco di gesti sbagliati al momento giusto, tutti i dettagli che Ian McEwan, che è e rimane un grande scrittore, ritaglia con geometrica maestria. Sembra di guardare la scena da un punto d'osservazione privilegiato, con la stessa precisione, nelle linee, nelle forme, nei minuscoli particolari dei movimenti, dei cibi, dei sapori e dei suoni, persino dei movimenti dell'aria e dell'acqua, che rendevano memorabile lo straordinario inizio di L'amore fatale, giusto per ricordare uno dei momenti più felici della scrittura di Ian McEwan. Sembra di essere lì, dentro la storia, tanto la tensione è palpabile e il (provvisorio) finale è persino bruciante e a suo modo crudele. Uno dei suoi racconti più belli, in assoluto. Purtroppo l'altra metà di Chesil Beach è una corsa nel tempo e anche contro il tempo dove Ian McEwan cerca di illustrare tutto quello che è successo nella vita di Edward e Florence dopo l'infelice exploit matrimoniale e in poco più di quaranta pagine volano trent'anni di costume, attraverso la Swingin' London e altre rivoluzioni. Anche se la scrittura resta eccelsa, l'incongruenza è evidente e tende a consumare le storie di Edward e Florence, piuttosto che a delinearle, mentre il nocciolo da cui si è partiti, la prima notte di matrimonio, diventa un buco nero. Lei sembra fagocitata dal passato e tende a scivolare in ombra. Di lui scopriamo poi che apre due negozi di dischi, a Londra, nel pieno degli anni Sessanta, ma la notizia (che già basta e avanza per riempire un altro romanzo) affiora così, en passant, compressa tra mille altre. Compresi ricordi, rimpianti e rimasugli di quella fatidica notte a Chesil Beach che Ian McEwan butta nella seconda parte del romanzo con una velocità doppia rispetto alla partenza. L'effetto è straniante perché è come se Ian McEwan abbia voluto prima disfare una valigia, facendone un inventario rigoroso, meticoloso, perfetto e poi l'abbia riempita in fretta e furia, magari anche con un certo ordine, ma pur sempre con l'aria di chi si sta precipitando altrove. Forse il contrasto e la contraddizione tra le due metà di Chesil Beach ha proprio un senso così, ma la storia si sfalda, nonostante le voluttuose promesse e l'affascinante copertina.

Marco Denti  (30-11-2007)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 2.96 (54 voti)
 

Dello stesso autore
Lettera a Berlino
L'amore fatale
Bambini nel tempo
Amsterdam
Primo amore, ultimi riti
Espiazione
Blues alla fine del mondo
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom