?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Siamo i Ribelli
Siamo i Ribelli - Storie e canzoni della Resistenza
Michele Anelli 
blank
Saggio, Italia 2007
141 pp.
Prezzo di copertina € 15,20
Editore: Selene , 2007
ISBN 9788878940109


Libro + CD
Selene


Il fiore del partigiano in Bella Ciao, la vil menzogna in Addio Bologna bella, la rossa primavera di Fischia il vento rappresentano l'immaginario collettivo della Resistenza. Qual è la storia di queste canzoni, quando i partigiani iniziarono a musicarle sugli strumenti di fortuna portati sulle montagne ? Leggiamo le risposte nella ricostruzione di Michele Anelli mentre ascoltiamo le canzoni nel CD allegato al libro.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Siamo i Ribelli: La musica della libertà durante la Resistenza

Un canzone è una traccia della memoria.

Tanti romanzi hanno raccontato le giornate dei partigiani, le alzataccie mattutine, le notti trascorse al freddo, il magro mangiare, la guerriglia, la lontananza dai propri cari e le lunghe attese rallegrate dai canti. Infatti la musica e le canzoni sono stati compagni inseparabili dei partigiani; gli ideali di libertà e di giustizia sono onnipresenti nelle parole, il canto fomentava gli animi nelle azioni, riscaldava il partigiano nei momenti di solitudine, la musica era di compagnia nelle lunghe notti e leniva la stanchezza. In Siamo i ribelli Michele Anelli racconta la storia delle strofe e dei motivi musicali di Valsesia Valsesia, Festa d'Aprile, Addio Bologna Bella, Fischia il vento, Bella ciao, Marciar Marciar, Col parabello, Il Partigiano, La preghiera del partigiano e Siamo i Ribelli.
Scopriamo che alcuni motivi musicali sono stati presi in prestito da altri canti precedenti ben conosciuti dalla gente del posto ed arrangiati, alcuni invece nascono da precisi fatti storici come in Addio Bologna Bella. Toccanti testimonianze ci riportano indietro nel tempo e la suggestiva Ballata di Mac e del mostro d'acciaio racconta una rocambolesca -in dei punti sconfina nell'esilarante- azione partigiana. Alle ultime pagine troviamo una bibliografia e una discografia aggiornata per eventuali approfondimenti.
Il valore di questo libro sta nella dare una lezione di storia divertente seppur puntigliosa senza tediare il lettore, ed il valore aggiunto sta nell'aver tracciato un legame tra le note storiche e quelle moderne della musica dei nostri giorni. L'autore idealmente si rivolge ai giovani, sintonizzati sulla musica digitale nei metrò, e gli chiede di non dimenticare quella generazione di uomini e donne che lottò, sacrificò la vita, per conquistare le nostre note di libertà.


Claudia Savarese  (30-11-2007)

Leggi tutte le recensioni di Claudia Savarese


Vota il libro!
La media è 3.51 (45 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom