?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Rivoluzione
Revolution and other essays
Jack London 
blank
Saggio, Stati Uniti 1910
200 pp.
Prezzo di copertina € 16
Traduzione: Davide Sapienza
Editore: Mattioli 1885 , 2007
ISBN 9788889397893


Mattioli 1885

Scrittore tanto prolifico quando immaginifico, Jack London fu anche un polemista d'eccezione e in Rivoluzione raccolse alcune tra le sue riflessioni più importanti, destinate a suscitare scalpore nell'America all'inizio del ventesimo secolo e rimaste intatte, nella loro lucidità, fino ad oggi.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Rivoluzione: L'ammutinamento delle parole, un'antologia sovversiva di Jack London

In breve, ogni giorno accettavo l''alba e con essa l'idea che sopra di me c'era ogni bella cosa nobile e armoniosa, tutto ciò rendeva dignitosa e decente una vita che valesse la pena di essere vissuta come ricompensa ai travagli e alle miserie.

E' sorprendente notare quanto sia ancora attuale questa raccolta di articoli che il grande narratore americano mandò in stampa quasi un secolo fa, esattamente nel 1909: si parla di capitalismo e di Cina, di guerra e di sviluppo, dell'ambiente e dei viaggi e sembra che cento anni siano passati invano visto che nelle nostre novità quotidiane questi argomenti sono la regola e la prassi. Jack London però non si lascia trascinare dalla semplice osservazione e dalla cronaca perché da grande narratore, quale era e rimarrà, sapeva che "il linguaggio è uno strumento e le definizioni incarnate da un linguaggio dovrebbero concordare coi fatti e con la storia della vita". La sua scrittura, anche nella forma specifica di questi saggi, cerca sempre di agganciarsi ad una storia, ad una visione, ad un'idea del raccontare, liberandosi riga dopo riga e pagina dopo pagina degli asfissianti luoghi comuni, della ripetitività di frasi fatte e costruite, dei soliti e riduttivi titoli e sottotitoli. La sua idea di Rivoluzione è, per usare le sue stesse parole, "una casa fatta di aria, sole e sorrisi". Un luogo mentale dove trovano posto, tra l'altro, alcuni spunti precisi che riguardano l'identità ("In breve, ogni giorno accettavo l'alba e con essa l'idea che sopra di me c'era ogni bella cosa nobile e armoniosa, tutto ciò rendeva dignitosa e decente una vita che valesse la pena di essere vissuta come ricompensa ai travagli e alle miserie") e la speranza del genere umano in cui professa una fede indomita: "Questo è il mio orizzonte: attendo con ansia il tempo in cui l'uomo saprà conquistare un progresso che non sia solo materiale, il tempo in cui l'uomo agirà guidato da un incentivo più alto di quello odierno, che è appunto lo stomaco. Continuo a credere nella bontà e nell'eccellenza dell'uomo. Credo che la dolcezza spirituale e la generosità sconfiggeranno la volgare ingordigia dei nostri giorni". Tra gli articoli e i saggi trova spazio anche il racconto I cercatori d'oro del Nord (peraltro tratto dal bel libro che Dick North gli ha dedicato, Il marinario della neve, CDA&Vivalda, consigliatissimo) e persino una piccola appendice dedicata al dossier che l'FBI gli dedicò, come se credere nell'umanità fosse, allora come oggi, un reato.

Marco Denti  (10-11-2007)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.33 (42 voti)
 

Dello stesso autore
Il viaggiatore delle stelle (London)
Le mille e una morte
La strada. Diari di un vagabondo
La peste scarlatta
La classica faccia da pugile
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom