?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La pensione Eva
La pensione Eva
Andrea Camilleri 
blank
Romanzo, Italia 2006
192 pp.
Prezzo di copertina € 14
Editore: Mondadori , 2006
ISBN 8804554347


Mondadori

Nella Vigata degli anni trenta tre amici, Nenč, Jacolino e Ciccio, ancora liceali si ritrovano a frequentare la pensione Eva, casino del paese siciliano, nel suo giorno di chiusura al pubblico. Per i ragazzi la cena del lunedė sera con le sei picciotte che vivono alla pensione diventa un appuntamento irrinunciabile. Ma ben presto la spensieratezza di queste serate verrā interrotta dai bombardamenti che porteranno cambiamenti profondi anche nell'animo dei tre amici.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

La pensione Eva: Sapore di altri tempi

Scinnė come un cieco. Ma era felice: aveva capito che Grazia gli voleva mostrare la Pensione. Quanto l'aviva addisiderato! Quante volte si era spiato com'era fatta dintra! Si ricordō macari di quando, picciliddro, aveva 'nfilato la testa dintra al portone e un omo l'aveva rimproverato.

La pensione Eva č un libro che si legge d'un fiato come tutti i libri di Camilleri del resto. Ma questo č un libro diverso. Non č un poliziesco come quelli appartenenti alla saga di Montalbano, a cui l'autore ci ha abituati in questi anni, ma č un romanzo ambientato in un'epoca lontana, alla fine degli anni trenta nella stessa Vigāta che giā conosciamo. Nel libro si respira un'aria romantica e nostalgica per tempi ormai passati. Vi č una suggestiva contrapposizione tra la spensieratezza iniziale che porta i tre amici a conoscere e frequentare la pensione Eva con segreti e storie che arrivano dal continente all'odore, al dolore e alla morte portata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Anche in questo libro č presente lo stile che ha reso famoso Camilleri. Il linguaggio semplice e autentico, diretto e asciutto che strappa spesso sorrisi per via del suo italiano sporcato dal dialetto siciliano. L'amore per la "sua" Sicilia, che traspare dalla descrizione dei colori di questa terra, dalla descrizione della gente e delle tradizioni che inducono il lettore a immedesimarsi nella storia e nei luoghi, a sentirli propri anche se magari in Sicilia non ci torna da molto o forse non c'č mai stato. Il profumo e il sapore del mare o il caldo del sole sulla pelle si sentono davvero. E quando a metā di una frase si incontra una parola in siciliano, si legge con naturalezza, consci del suo significato.

Laura Laera  (08-09-2007)

Leggi tutte le recensioni di Laura Laera


Vota il libro!
La media è 3.37 (37 voti)
 

Dello stesso autore
La concessione del telefono
Il cane di terracotta
Il ladro di merendine
L'odore della notte
Il re di Girgenti
Il giro di boa
La pazienza del ragno
Il corso delle cose
La luna di carta
La vampa d'agosto
L'etā del dubbio
La caccia al tesoro
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom