?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Ziggy's Papers
Ziggy's Papers
Cherry Vanilla 
blank
Diario, Inghilterra 2007
130 pp.
Prezzo di copertina € 14
Traduzione: Manuela Moretti
Introduzione: David Bowie
Editore: No Reply , 2007
ISBN 978-88-89155-20-2


No Reply

Negli anni che consacrarono David Bowie tra le più grandi rock'n'roll star internazionali, Cherry Vanilla curò la sua corrispondenza sulla rivista Mirabelle per cui arrivò a curare, a suo nome, un'intera rubrica di notizie più o meno vere, più o meno attendibili, più o meno destinate a creare un mito.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Ziggy's Papers: Party Girl, giorno per giorno nella vita di una star

Non posso dirvi con precisione che panni vestirò nel prossimo episodio della commedia della mia vita.

Racconta David Bowie nell'introduzione: "Quando Mirabelle, una piccola rivista inglese, mi chiese di tenere una rubrica mi limitai ad affidare l'incarico a Cherry Vanilla. E lei, per tutta risposta, si limitò a scrivere della sua vita, gli spettacoli che vedeva, quel che mangiava, cose del genere. E se Cherry amava o odiava qualcosa o qualcuno, era Ziggy/Bowie ad amare e/o odiare. L'idea era questa. Alcune delle cose su cui si è soffermata sono davvero accadute a me, ma è lecito presupporre che la maggior parte di ciò che si svolge a New York riguardi Vanilla. la cosa carina è che di quando in quando lei scrive di come io sia incappato in questa grande nuova artista che tutti avrebbero dovuto conoscere... Cherry Vanilla. La cosa più frustrante nel rileggere questi diari, oggi, è sforzarsi di ricordare non tanto ciò che stava facendo Cherry, ma ciò che stavo facendo io. La cosa imbarazzante è che a volte me lo ricordo".
Riproposti ad oltre trent'anni di distanza, i diari di David Bowie alias Ziggy Stardust, pur nella loro frivola essenza, aprono uno squarcio su quel complesso e articolato lavoro che è la costruzione di una rock'n'roll star: trucchi, guardaroba, viaggi, studi di registrazione, feste e concerti, fans e tour, tutto scorre a ruota libera, senza mediazioni e con un'allegra ingenuità che è forse il pregio maggiore di questi diari che arrivano da un'epoca lontana. L'intreccio di personalità e di identità (Ziggy Stardust alias David Bowie alias Cherry Vanilla) nonché gli intricati processi mentali nei rapporti tra fan e star sono risolti così in maniera arguta, persino frivola, ma assolutamente non banale nella sua riproposizione, che fa di questo Ziggy's Papers) una bella e colorita cartolina che fluttua leggiadra nella storia del rock'n'roll.


Marco Denti  (03-09-2007)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.32 (34 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Low. David Bowie. 1977
Rock'n'Roll Virus. Conversazioni con David Bowie, Patti Smith, Blondie, Devo
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom