?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Rospi acidi e baci con la lingua
Rospi acidi e baci con la lingua
Cristiano Armati 
blank
Romanzo, Italia 2007
160 pp.
Prezzo di copertina € 12,50
Editore: Coniglio , 2007
ISBN 978-88-6063-065-0


Coniglio

Cappa vive a Catena, vicino Roma. Nel suo passato c'è Londra, nel suo futuro c'è Manchester. In primo piano c'è l'incontro con un rospo ed in particolare col suo dorso, che se leccato è un viaggio allucinogeno da fare con gli amici. Un romanzo aggressivo e malinconico nel contempo, dove la banalità del quotidiano diventa momento di riflessione.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Rospi acidi e baci con la lingua: Cappa, Catena e il senso della precarietà

Siamo l'impero alla fine della decadenza, chi se ne frega delle orde di barbari che passano a cavallo: stupreranno le bambine e alle madri strapperanno le tette col coltello. Poi ci saranno libere elezioni e democrazia.

Cappa non è battezzato, proviene da una famiglia atea ma cita a memoria il vangelo. Cappa è quantomeno bizzarro e lui lo sa. Cappa è il protagonista consapevole di un ritratto generazionale che non lascia scampo. Viene da chiedersi cosa ci sia ancora da bruciare che non è stato bruciato. L'attimo è assunto a regolatore della vita, l'istinto vince e la ragione convince chiudendo il cerchio.
Le città attraversate sono un percorso di formazione, un vestito desiderato e finalmente indossato. Poi arriva un momento in cui questo vestito va stretto. Anche se è il più bel vestito che abbiamo mai sfoggiato. Anche se il vestito si chiama Londra e le sue possibilità di lavoro, la stanza per pochi pound, il pranzo assicurato dagli hamburger dei pakistani con cui dividi la casa.
Anche se il vestito si chiama Catena può ugualmente andare stretto. Catena, dove una casa è la sua casa, gli amici sono i suoi amici e i bambini virus sono la prossima generazione, quelli che verranno dopo di lui, che s'impasticcano per allentare i freni inibitori. Anche Catena ad un certo punto può risultare invadente. E' vero, Catena è cordiale, avvolgente, conciliante come l'acqua bollente delle terme di Matta. Ma può anche essere acida come il dorso di un rospo. E quindi arrivare a Manchester è un attimo, una possibilità, un'idea, la Moto Guzzi: "Tu dare me moto per mille euro che io devo andare Germania, qui no più lavoro. Devi solo aspettare pochi giorni e poi vai da carabinieri per dire che moto è rubata e prendi i soldi da assicurazione. In Germania, con mio cugino, facciamo sparire targa e numero di telaio e vendiamo bene."
La scrittura di Cristiano Armati è corrosiva ma non è fine a se stessa: la storia e il protagonista ci sono, esistono, li puoi toccare. In tutto il romanzo aleggia un senso di provvisorietà, quella sensazione, per Cappa, di non sentirsi mai definitivo. E quando ci prova Cappa, a regalarsi finalmente un briciolo di pace, basta un cane bastardo con gli occhi pieni d'amore a rovinare tutto.


Simone Olla  (30-07-2007)

Leggi tutte le recensioni di Simone Olla


Vota il libro!
La media è 3.4 (42 voti)
 

Dello stesso autore
La mattina dopo
Roma criminale

Altri libri per parola chiave
Rospi & baci con la lingua

Articoli
Intervista con Cristiano Armati
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom