?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La strega di Beaubois
La strega di Beaubois
Luigi Brasili 
blank
Racconto, Italia 2006
25 pp.
Prezzo di copertina € 4
Editore: Magnetica , 2006
ISBN 9788889889237


Magnetica

Il bosco di Beaubois è maledetto dal giorno in cui vi furono trucidati barbaramente donne e bambini, nel corso della crociata promossa da Innocenzo III per sradicare l'eresia albigese. Tra le sue verdi ombre, però, non perirono solo innocenti: i soldati responsabili dello scempio non fecero mai ritorno a casa, bruciati dentro le loro armature da un fuoco furibondo e vendicativo. A lungo il ricordo di quegli oscuri fatti tenne lontano gli uomini dal bosco, terrorizzandoli, poi cominciò a sbiadire, trasformandosi in leggenda, in favola. Ma ora che strani avvenimenti hanno cominciato a verificarsi, ora il villaggio trema di nuovo ripensando alla signora vestita d'azzurro che tanto tempo prima fu vista piangere sui cadaveri dei bimbi massacrati. La strega è tornata, e certo non ha buone intenzioni!

naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio naldinagrigio

La strega di Beaubois: The Beaubois Witch Project

La bambina era immobile, come paralizzata, al cospetto di una donna alta, vestita di azzurro, il viso nascosto nell'ombra dei rami di un albero. Nonostante il timore reverenziale che incuteva la donna, le due ragazzine si avvicinarono, come attirate da una forza misteriosa.

Luigi Brasili è senz'altro un onesto amante della scrittura, un appassionato raccontastorie senza troppi grilli per la testa e una buona dose di umiltà. Almeno così si direbbe leggendo le note biografiche del suo sito, dove rivendica simpaticamente per sé la qualifica di pseudo scrittore, rifiutando invece quella di aspirante scrittore: non ci tiene, lui, a passare per un elettrodomestico!
La strega di Beaubois è la sua ultima fatica. Si tratta di un racconto brevissimo, davvero un one shot letterario, venticinque micro-pagine per una storia cui probabilmente avrebbe giovato una forma più distesa, meno stringata. Sì, perché suggestioni interessanti non mancano, in particolare il modo insolito in cui si presenta la strega: niente naso adunco, vesti nere, dita ossute. Ma una donna giovane e bella, con gli occhi di ghiaccio e una veste azzurra... Ecco, scommetto che questo particolare vi suscita una precisa associazione di idee. E se aggiungessi che la strega non si limita a operare malefici ma anche miracolose guarigioni, allora non dovreste avere più alcun dubbio, o, meglio, i dubbi dovrebbero tormentarvi: possibile che una figlia di Satana (almeno così vulgata vuole) sia la sorella gemella della Vergine Maria? E allora chi diavolo - è proprio il caso di dirlo - ha visto la giovane Bernadette Soubirous, quando, a duecento anni di distanza dai fatti narrati, si è imbattuta negli stessi luoghi in una certa signora di azzurro vestita? Ride sotto i baffi, Brasili, mentre lascia che questa sua immaginosa pulce nell'orecchio zampetti all'impazzata, e mentre dissemina il suo racconto di omaggi/citazioni (che in generale sconsiglierei, soprattutto se insistiti: strizzare ripetutamente l'occhio al lettore fa tanto captatio benevolentiae): così, se Egard-Au-Poe è un paese e Vatsòn un medico, il prete si chiama Lioncourt e i conti del luogo Point Du Lac... Eh sì, il ben noto vampiro Louis ha molto a che fare con i misteriosi avvenimenti legati alla celestiale strega!
Insomma, si tratta decisamente di un lavoro più ironico che nero, un po' penalizzato da una forma tanto concisa che pare insufficiente per contenerlo tutto. Altrimenti non si spiegherebbe la necessità, per l'autore, di dar conto della sorte dei vari personaggi in una specie di stringata appendice finale. Se, invece, quelle informazioni fossero state incorporate nelle maglie della narrazione e trasformate in racconto, probabilmente ci sarebbe stato un incremento non solo di pagine, ma anche di suspense e mistero.


Carla Arduini  (26-07-2007)

Leggi tutte le recensioni di Carla Arduini


Vota il libro!
La media è 3.59 (22 voti)
 

Dello stesso autore
Lacrime di drago
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom