?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La lotteria
La lotteria
Shirley Jackson 
blank
Racconti, Italia 2007
81 pp.
Prezzo di copertina € 8
Traduzione: Franco Salvatorelli
Editore: Adelphi , 2007
ISBN 978 88 459 2184 1


Adelphi

Quattro racconti pubblicati negli Stati Uniti tra il 1944 e il 1949. Un villaggio ha la consuetudine di organizzare una particolare lotteria; una donna non più tanto giovane prova l'abito più adatto alle nozze imminenti; una paziente a colloquio con uno psicanalista chiede chiarimenti su delle parole che ai suoi tempi non esistevano; due amiche vanno a cena in un ristorante alla moda.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

La lotteria: Before I die (I'll get another piece of pie)

Non capisco come vive la gente. Una volta era tutto così semplice. Da bambina vivevo in un mondo dove vivevano anche tanti altri e tutti vivevano insieme e le cose andavano avanti così, tranquillamente.

Sono bellissimi i racconti di questa raccolta, a cui La lotteria, pubblicato per la prima volta sul New Yorker nel 1949, dà il titolo. Nella loro brevità, descrivono personaggi perlopiù femminili ritratti nel momento di in cui sono ancora capaci di tenere lontana la consapevolezza della fine, dell'esplosione della follia o della disgrazia.
Una donna, il giorno del matrimonio: prende tempo, accumula ritardi su ritardi perché una parte di lei sa che l'artista in abito blu che sta per sposare arriverà con tutta calma, non sia mai detto che non arriverà. Così indugia, inizia a scrivere alla sorella, prova tanti vestiti e poi scende in strada con tanto di abito giusto, interroga i passanti e i bottegai della zona per capire se hanno visto il suo uomo. Nei condomini che visita alla ricerca dello scrittore che dovrebbe avere in mano un mazzo di fiori rimane per sempre una parte di lei, e la ricerca non finirà mai, anche se si arresta davanti ad una porta chiusa alla quale si potrebbe bussare per sempre.
Questi i momenti che Shirley Jackson ritrae: gli ultimi istanti in cui la vità è ancora normale, prima che esploda la pazzia o che arrivi il terrore con addosso le vesti di qualcuno che lancia una pietra o manovra un pupazzo.
Complici la violenza e la solitudine della provincia e della città e gli inganni della modernità, in un mondo in cui la sopravvivenza non è mai garantita.


C.A. C.  (24-07-2007)

Leggi tutte le recensioni di C.A. C.


Vota il libro!
La media è 2.31 (32 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom