?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La pelusa
La pelusa
Adrian N. Bravi 
blank
Romanzo, Italia 2007
144 pp.
Prezzo di copertina € 12
Editore: Nottetempo , 2007
ISBN 978-88-7452-108-1


Nottetempo

Fin dalle prime luci del giorno Anselmo combatte la quotidiana battaglia contro la polvere sbrigando le faccende domestiche, spazzare pavimenti e spolverare tavoli, mobili, lampade. Quello strato di pulviscolo gli impedisce di vivere liberamente, gli ricorda la precaria condizione umana ed interferirà nel rapporto con Elena, la moglie, e sul posto di lavoro, in biblioteca, fino al punto di allontanarlo irrimediabilmente dagli altri e dal mondo.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

La pelusa: La pelusa che impolvera la vita

Non è facile non vedere la pelusa dappertutto: ogni mattina si guasta, si usura, si trasforma in particelle, si frantuma; come si fa a non notare questo caos in cui viviamo?

Anselmo, dritto in mezzo alla stanza, segue la caduta della polvere dal soffitto: in questa immagine ritroviamo la sua immane tragedia. Anselmo è un uomo di mezza età, novello sposo, ligio bibliotecario, vive in una cittadina di provincia in un appartamento lucidato a nuovo ogni mattina. La polvere entra dovunque anche nella sua casa, nel suo spazio privato, è un elemento di disordine; se non pulisce Anselmo si sente soffocato. E' solo davanti al nemico, la polvere, la moglie non lo capisce, ha scritto della sua sofferenza ad un vecchio amico ma le mail puntualmente vengono respinte per l'indirizzo sbagliato. Quando lo vediamo dritto nella camera è ormai all'epilogo della sua vita, è un uomo stanco, abbandonato dalla moglie, senza lavoro né amici; nonostante le pulizie "la pioggerella di polvere" continua a scendere dall'alto per adagiarsi sulla superficie delle cose, Anselmo si sente espropriato dalla propria casa, svuotato senza corpo né parole.
Cosa rappresenta la polvere, vera protagonista di questa storia? Per Anselmo "questa mortalità polverosa" scrive all'amico, una presenza in continua trasformazione, espressione di degrado, per Elena, la moglie, la pulizia domestica indica il bisogno per il marito di tornare tra le pareti dell'utero materno dopo aver subito un trauma; per l'argentino, incontrato casualmente in biblioteca ed ossessionato anche lui dalla polvere, la pelusa nel suo idioma, richiama alla condizione umana, alla faticosa conoscenza del reale che, partendo dal disordine si acquisisce mediante una composizione dell'ordine tramite l'analisi e la classificazione. Ci avviciniamo alle ragioni di Anselmo del mettere ordine, pulire, catalogare nel suo mestiere di bibliotecario.
Avventurandomi su questo impervio sentiero non vorrei ritrovarmi a spazzare e spolverare nervosamente in casa dunque lascio stare la polvere seppure sarà bene controllarla, senza arrivare a drastiche soluzioni come quella di Anselmo. Sicuramente una soluzione l'avrà trovata l'autore del libro, Adrian N. Bravi che ci racconta questo declino esistenziale con impareggiabile bravura.


Claudia Savarese  (16-07-2007)

Leggi tutte le recensioni di Claudia Savarese


Vota il libro!
La media è 3.1 (37 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom