?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Tre disubbidienti
Tre disubbidienti
Luca Musella 
blank
Romanzo, Italia 2006
104 pp.
Prezzo di copertina € 10
Editore: Gaffi , 2006
ISBN 88-87803-870


Gaffi

Un accogliente caffè-libreria di un piccolo paese diventa il luogo di incontro per tre donne: una ex terrorista, la più grande di età, scambia una fitta corrispondenza via mail con la libraia, appartenente alla generazione successiva, che a sua volta riceve da una giovane cassiera delle pagine del proprio diario. Tre diverse cifre di scrittura per tre distinte identità.

naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

Tre disubbidienti: L'incontro di tre donne attraverso le loro storie

E' la storia, mia e tua, per vedere il mondo bisogna avere immaginazione e non siamo le sole ad averla smarrita.

Una donna di cinquantasei anni, madre di due figli poco più che ventenni, racconta il suo passato di ex terrorista scrivendo lettere via mail ad una libraia. Forse entrando in quel piccolo locale è stata colpita dall'aria dimessa di quella donna tanto diversa da lei. Scrive degli attentati a cui ha partecipato, dei preparativi, delle attese, degli spari, poi delle fughe e della clandestinità; parla del carcere, delle "trasferte" in tribunale, del clamore alla lettura dei proclami degli irriducibili, del pubblico in aula; scava dietro la sua figura di terrorista dura rivelando la mancanza di consapevolezza politica, la violenza subita da piccola in famiglia ed anche la 'sua' violenza, quella con cui ha vissuto il sesso. Poi arriva la maternità, la crescita dei figli e un rapporto affettivo stabile; dopo la malattia, un tumore al seno, le speranze purtroppo disattese.
Dall'altro lato del foglio elettronico c'è la libraia disponibile all'ascolto nonostante abbia subito indirettamente la violenza inferta dalla terrorista, che scrive: "Sì, proprio voi, generazione di libertà e fantasia, ci avete confinato in un cantuccio buio, dal quale abbiamo assistito con impotenza al vostro inutile martirio". E continua toccando il lato personale "io non sono stata capace di fare politica, sesso libero e, nemmeno, di organizzare o di esprimere qualcosa oltre l'ansia." Nonostante queste critiche la libraria aiuta la ex terrorista ad accettarsi e a capire.
Nasce così una forte solidarietà femminile: è l'accorgersi l'una dell'esistenza dell'altra a dare forza, a far acquistare consapevolezza, ad incoraggiare queste donne nei distinti percorsi di vita. Lo stesso accade per la più giovane delle tre che esplicitamente ringrazia chi la sta ad ascoltare dall'altra parte dello schermo: frustrata dalle otto ore di lavoro in un supermercato, cerca un sostegno per intraprendere una scelta importante, e trasferirsi in Spagna alla ricerca di una vita migliore.
Le lettere della ex terrorista, le risposte o i silenzi della libraria e le pagine del diario della cassiera costituiscono il testo del libro. Luca Musella, con queste tre diverse scritture, compie un'operazione complessa dove immancabilmente entra nei personaggi e talvolta forse se ne appropria per dar voce alle sue idee. Nonostante ciò Tre disubbidienti tiene il merito di dar luce ad aspetti poco conosciuti degli anni del nostro recente passato e del nostro prossimo futuro.


Claudia Savarese  (28-05-2007)

Leggi tutte le recensioni di Claudia Savarese


Vota il libro!
La media è 3.94 (34 voti)
 

Dello stesso autore
Mitra e Mandolino
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom