?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Chernobyl
Chernobyl
Paolo Parisi 
blank
Fumetto, Italia 2006
140 pp.
Prezzo di copertina € 14
Editore: BeccoGiallo , 2006
ISBN 88-85832-16-4


BeccoGiallo

Il piccolo Nikolaj, una sorella in arrivo e a pochi giorni dal compleanno va a nuotare con la zia. L'acqua è fredda e qualcosa di strano succede nel cielo: le nuvole scompaiono improvvisamente per essere sostituite da una colonna di fumo arancione. Aleksandr è un giornalista, sta scrivendo un libro sull'incidente. Suo padre è uno dei tanti pompieri che hanno bruciato le loro vite per spegnere il reattore in fiamme. Petr è medico all'ospedale di Novozybkov, non lontano dal luogo dell'esplosione. Non riuscirà mai a perdonarsi il fatto di non essere riuscito a salvare la moglie, morta di cancro in seguito alle radiazioni.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Chernobyl: Il silenzio dopo il cataclisma

Ci sono tante nuvole, oggi... lei sa di cosa sono fatte?

E' inutile dilungarsi sul perché Chernobyl sia uno dei luoghi più simbolici degli ultimi decenni e sul come lo sia diventato. O forse no, visto che il passare degli anni ha fatto sì che la memoria di quei giorni sbiadisse in chi c'era e che per chi non c'era non sia facilissimo farsi un'idea dell'entità di ciò che avvenne in Ucraina all'incirca vent'anni fa. Un aiuto ci viene da Chernobyl, che cerca appunto di mettere a fuoco, di definire i contorni di un evento ben presente nella memoria collettiva come immagine sgranata. Ma andiamo per ordine. Prima di tutto il fumetto di Paolo Parisi, asciutto, duro, pieno dei lunghi silenzi che avvolgono ciò che l'incidente ha lasciato dietro di sé. Parisi sceglie di raccontarci il dopo, quello di coloro che furono contaminati, quello di coloro che, malgrado i divieti continuano a vivere in una delle zone meno ospitali (mi si perdoni l'eufemismo) del globo, quello dei moltissimi parenti delle migliaia di persone che l'Unione Sovietica buttò a cercare di arginare la tragedia. Quindi silenzio, vuoto, immobilità contrapposti alla frenesia dei mesi successivi all'incidente, che videro un'enorme quantità di uomini e di risorse bruciate (letteralmente) intorno al reattore in fiamme e di cui l'autore ci fa sentire una lontana eco. Dopo il fumetto una breve cronaca degli avvenimenti e delle interviste incrociate (non imperdibili, per la verità) che dovrebbero aiutare a farsi un'idea sull'opportunità o meno di riprendere in Italia il discorso nucleare, bruscamente troncato proprio dopo i fatti di Chernobyl. Un'ultima parola a proposito della serie, di cui questo volumetto fa parte, che BeccoGiallo ha voluto chiamare Cronaca storica: Indubbiamente quella di ripercorrere in una serie a fumetti alcuni degli eventi che negli ultimi anni hanno lasciato un segno più profondo è un'ottima idea, anche visto il buon livello degli autori coinvolti.

Marco Dellantonio  (26-03-2007)

Leggi tutte le recensioni di Marco Dellantonio


Vota il libro!
La media è 2.76 (55 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom