?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
I barbari
I barbari
Alessandro Baricco 
blank
Saggio, Italia 2006
213 pp.
Prezzo di copertina € 12
Editore: Fandango , 2006
ISBN 88-6044-077-7


Fandango

Pubblicato a puntate sul quotidiano La Repubblica tra maggio e ottobre 2006 e ora riproposto dalla casa editrice Fandango con i titolo suggestivo I barbari. Saggio sulla mutazione questo libro di Alessandro Baricco riflette sui cambiamenti che stanno interessando la societÓ contemporanea e che molti indicano come degenerazione "barbarica", decadenza che preannuncia l'inevitabile fine. Una riflessione acuta e puntuale sul cambiamento della storia umana e sulle sue inevitabili conseguenze.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

I barbari: Sulla mutazione

Senza mutazione siamo finiti. Non c'Ŕ confine, credetemi, non c'Ŕ civiltÓ da una parte e barbari dall'altra.

Capitolo dopo capitolo, lo scrittore di Castelli di rabbia e Oceano Mare visita dei villaggi metaforici che mostrano i segni del saccheggio, del passaggio dei barbari che invadono, travolgono, modificano tradizioni consolidate per forzarle alle loro esigenze.
A poco possono le mura erette a difesa di un passato che ormai si trova sotto assedio; dall'estrema periferia al centro della storia umana l'invasione Ŕ completa e reca, assieme alla distruzione, i germi di un'evoluzione che spinge paradossalmente avanti la CiviltÓ occidentale verso un orizzonte di sviluppo e progresso.
Vino, calcio, libri, cultura, esistenza, questi sono i luoghi esplorati da Baricco che hanno subito la conquista ed il passaggio ad un nuovo ordine nel quale "la semplificazione, la superficialitÓ, la velocitÓ, la medietÓ" non sono pi¨ dis-valori, ma punti di vista diversi e produttivi per inquadrare la realtÓ in un sistema dinamico, di movimento.
Erigere muraglie non serve. Nulla resiste ai barbari invasori che portano un nuovo modo di concepire le cose, meno schematico e vincolato da preconcetti e da paure; occorre lasciarsi toccare e costruire un ponte, un dialogo tra diversi e opposti universi: quello moderno e quello contemporaneo.
Nulla Ŕ pi¨ deleterio per il progresso dell'uomo, del pensiero, dell'anima che impedire il contatto con chi ha un'altra visione del mondo e ci spinge a riflettere sulle nostre contraddizioni, sulle nostre illusioni pietrificate.
"Dove c'Ŕ quel muro, noi abbiamo una geografia che conosciamo, l'unica: noi di qua, e di lÓ i barbari". Forse, suggerisce con forza lo scrittore, Ŕ tempo che accogliamo gli homines novi, come Ŕ sempre accaduto in tutte le epoche di passaggio, che scendiamo dalle nostre torri d'avorio da dove con tanta facilitÓ scagliamo gli strali dei nostri giudizi e scacciamo con disprezzo l'estraneo, il diverso e iniziamo a comprendere l'altro, a dialogare, a lasciarci contagiare.
"Senza mutazione siamo finiti. Non c'Ŕ confine, credetemi, non c'Ŕ civiltÓ da una parte e barbari dall'altra". C'Ŕ solo un'unica corrente di idee, di valori, di sogni che ci spinge a progredire, ad evolvere raccogliendo tra i suoi gorghi passato e futuro in un presente in perenne trasformazione, in una continua costruzione che non Ŕ finzione di movimento, ma presa di coscienza vera del proprio dinamismo interiore, della propria reciprocitÓ.
Su questo si fonda la crescita della persona e pi¨ in grande di un intero popolo.
Con questo libro Alessandro Baricco ci illumina e ci incoraggia a non fuggire i barbari, ma in fondo a trovare il barbaro che Ŕ in ognuno di noi.


Alessandro Spadoni  (25-03-2007)

Leggi tutte le recensioni di Alessandro Spadoni


Vota il libro!
La media è 3.13 (37 voti)
 

Dello stesso autore
Oceano mare
City
Senza sangue
Questa storia
Seta

Altri libri per parola chiave
Lo spettro dei barbari. Adesso e allora
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom