?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
The Blues Highway - La via del blues da New Orleans a Chicago
The Blues Highway (New Orleans to Chicago, a travel and music guide)
Richard Knight 
blank
Viaggi, Stati Uniti 2007
320 pp.
Prezzo di copertina € 20
Traduzione: Riccardo Pella
Editore: FBE Edizioni , 2007
ISBN 88-89160-23-3


FBE Edizioni

Una dettagliata guida sulla strada che da New Orleans, attraverso Memphis e Nashville, porta a Chicago: la via che dagli inizi primordiali di tutta la musica afroamericana porta nel cuore della sua urbanizzazione e della sua trasformazione in rock'n'roll.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

The Blues Highway: On the road again, sulle strade del blues

Ti viene detto che il blues è musica nera, solo per i neri, così rimane segregato. Cresci con questa convinzione. E' un ostacolo, ma non esiste una musica per un solo gruppo di persone. La musica appartiene a chiunque la possa sentire, apprezzare e capire.

Qualcosa in più di una guida turistica: Richard Knight ha scelto di risalire lungo una delle strade leggendarie del rock'n'roll, quell'Highway 61 che Bob Dylan ha reso immortale e che collega, con deviazioni e scarti di lato annessi e connessi, New Orleans a Chicago, ovvero le principali radici ed evoluzioni del blues e di tutto ciò che ne è seguito. Se il titolo, The Blues Highway, è quanto mai appropriato, non lo è da meno il suo sviluppo: tutte le possibili funzioni della "guida di viaggio e di musica" come indica il sottotitolo sono esaurite in modo estremamente dettagliato e quindi ecco le mappe, i suggerimenti per arrivare e per partire, un'idea dei costi (e persino delle possibili variazioni climatiche), dei luoghi da visitare, qualche accenno storico e geografico sempre pertinente, molte divagazioni sulle arti enogastronomiche (soprattutto per quanto riguarda New Orleans e la Louisiana) e, insomma, tutte le informazioni turistiche utili ad un viaggio che è già suggestivo così, sulla semplice carta di un libro.
Quello che poi rende questa guida una lettura interessante anche schiantati in poltrona e con un disco di Professor Longhair nello stereo (magari Rock'n'Roll Gumbo) è la ricchezza di spazi dedicati alla musica, comprese una dozzina di brevi interviste, da Sam Phillips a Henry Butler fino a Ike Turner. Non solo, Richard Knight si premura di segnalare i principali festival, i locali più interessanti, gli edifici e i luoghi rilevanti ma anche di dare al lettore qualche cenno storico, sempre abbastanza pertinenti, nonostante l'obbligata sinteticità, sulla musica e sugli scenari in cui si è manifestata, dal Delta al voodoo, tenendo conto anche dell'attualità (compreso l'uragano Katrina e tutto ciò che ne è seguito, per esempio).
Utilissimo per un viaggio "back to the roots", consigliatissimo per scoprire tutto un mondo il cui fascino, nonostante tutto, è rimasto inalterato.


Marco Denti  (12-03-2007)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.01 (51 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Alabama Blues
Angeli perduti del Mississippi
Baltimora Blues
Billard Blues
Blues alla fine del mondo
Cypress Grove Blues
Diario di una signora del Blues
Il re della neve
La signora canta il blues
Malesia Blues
Miami Blues
Musica di plastica. La ricerca dell'autenticità nella musica pop
Piccolo blues
Robinia Blues
Tokyo Blues-Norwegian Wood
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom