?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Qualcosa che non resta
Qualcosa che non resta
Fabrizio Canciani 
blank
Giallo, Italia 2006
248 pp.
Prezzo di copertina € 14,50
Editore: Todaro , 2006
ISBN 8886981635


Todaro

Due banditi decidono di rapinare una banca. La giornata è afosa e qualcosa va storto: vengono legati e imbavagliati, e i rapinati diventano i rapinatori. Segue una fuga improvvisata verso il mare in cui gli ex impiegati di banca assaporano l’idea di poter cambiare la loro vita, di dare una svolta definitiva a quella che è stata la loro piatta quotidianità. Ma ovviamente la realtà non è quella che sembra e i colpi di scena si susseguono fino alla fine della storia in un’estate torrida che annebbia le menti, o forse no.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Qualcosa che non resta: Frasi vuote nella testa

Insomma, non so se mi spiego, nella mia famiglia nessuno ha mai voluto rischiare, anche un minimo contrattempo significava un pericolo per la normalità, la stabilità, il conformismo. [....] Tutti con il lavoro sicuro, dai campi alle fabbriche, dagli uffici alle banche. [....] Capite cosa significa per me questa fuga? Riuscite a comprendere il valore di quei soldi? Non è solo quello riportato con degli zeri sulle banconote, per me ha un senso più alto. Quei bigliettoni, per me, sono il mezzo per ritrovare la mia strada, la mia identità. Senno cosa siamo?

Qualcosa che non resta è un libro sulle occasioni che nella vita si presentano e che di volta in volta si decide di cogliere o di lasciar passare. I protagonisti colgono la loro opportunità anche se questa li porterà inevitabilmente a rompere con lo stile di vita precedente. O meglio decideranno di coglierla proprio per questo, perché hanno tutti e quattro dei sogni che sentono di voler realizzare, "ora o mai più". Diventano dei fuggiaschi, dei rapinatori, quanto di più lontano dalla loro quotidianità. Si ritrovano ricchi, o meglio liberi, ma in realtà quello che hanno per davvero è solo la percezione di una ricchezza e di una libertà che non otterranno mai. “Le cose cambiano più in fretta di quanto noi non riusciamo a immaginare. Le cose cambiano più in fretta dei nostri pensieri”. Qualcosa che non resta parla delle conseguenze che il rischiare porta sempre con sé, e ricorda che “nessun vento è favorevole a chi non sa dove andare”.
Il libro ha anche una colonna sonora che, insieme alle parole, tesse la trama della storia, accompagna i protagonisti nelle loro azioni e nei loro pensieri. Un escamotage che crea una vicinanza con il lettore data dalla conoscenza dei testi delle canzoni che con grande probabilità appartengono al suo vissuto, e che contribuisce a costruire una sorta di terreno comune in cui nasce e si sviluppa la storia.
Eh sì, Canciani ha scritto proprio un buon libro, un romanzo davvero brillante.


Laura Laera  (01-02-2007)

Leggi tutte le recensioni di Laura Laera


Vota il libro!
La media è 3.1 (56 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom