?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Batticuore fuorilegge
Batticuore fuorilegge
Tiziano Scarpa 
blank
Antologia, Italia 2006
283 pp.
Prezzo di copertina € 15
Editore: Fanucci , 2006
ISBN 88-347-1163-7


Fanucci

Batticuore fuorilegge è una raccolta di interventi, saggi, racconti, poesie su giornali e siti web. I temi affrontati nelle cinque sezioni del libro sono: il conflitto fra l'espressione individuale e quella istituzionale e mediatica (La parola armata); le ideologie comportamentali in Italia oggi (La nazione fuorilegge); il grumo passionale e politico delle merci (Gli oggetti innamorati); la critica culturale fuori dal recinto estetico e la dittatura della narrazione (Le storie al potere); le utopie, i desideri, i sogni di opere d'arte reali o immaginate (La solitudine degli artisti).

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Batticuore fuorilegge: A due a due

E' successo qualcosa di gravissimo alle parole scritte. Si sono incattivite. Fanno male. Lamette, chiodi arroventati, carte vetrate abrasive. Scorticano, tagliano, ustionano. Si portano addosso sarcasticamente il dolore di chi le leggerà.

Batti-cuore fuori-legge. Titolo splendido. Due parole composte, un embrione di ritmo, un pulsare nascente. Un invito, elegante, alla lettura. Nei testi che Scarpa presenta in questa raccolta che copre un arco temporale di circa dieci anni, questo battito si fa tuttavia irregolare, a volte agitato, altre più lento e lieve. Troppo diversi i contenuti dei diversi scritti per poter discutere nel dettaglio singoli episodi. La scrittura, analogamente, non è mai uguale a se stessa. Talvolta sembra quasi che non sia la stessa penna, a vergare d'inchiostro le pagine di questo libro. Densissimo per contenuti, rispetto ai quali ci si può trovare accanitamente contrari così come in sintonia emotiva, fraterna, Batticuore fuorilegge traccia un nuovo sentiero nei percorsi della scrittura contemporanea, superando distinzioni di genere, forma, stile. L'ispirazione, in particolare nella prima parte, che raccoglie scritti dedicati al tema del linguaggio e del confronto tra espressione individuale e collettiva (La parola armata), è alta e mai banale. Tuttavia l'impressione è quella di una ricerca, di una sperimentazione, non di un'opera definitiva, quale può essere un romanzo, o un racconto. Un mazzo di carte mischiato da mani esperte. Un mondo creato da un buon lancio di dadi, come avrebbe detto Nietzsche.
Resta quindi la dimensione strutturale, compositiva del libro quella più interessante. Scarpa non sceglie la strada della microforma ma del frattale. La concrezione calcarea di brandelli di testo, che piace pensare come lacerti di pensiero, belli perché non finiti, non ripuliti nel linguaggio magari grezzo (Scarpa è scrittore veneziano, alle spalle un bagaglio millenario, nella Serenissima, di curiosità, finzioni e talvolta poca grazia) ma incisivo e moderno. Un nuovo concetto di scrittura e di scrittore, quello comunicato da queste pagine. Quasi come se il testo non fosse un prodotto finito, ma un laboratorio noetico, un cantiere creativo. Quasi come se lo scopo del percorso di Scarpa non sia la meta, ma il viaggio stesso.


Alberto Campagnolo  (26-01-2007)

Leggi tutte le recensioni di Alberto Campagnolo


Vota il libro!
La media è 3.07 (40 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom