?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Tra terra e cielo
Tra terra e cielo
Cristiana Benini 
blank
Romanzo, Italia 2006
270 pp.
Prezzo di copertina € 15
Editore: Pendragon , 2006
ISBN 8883424433


Pendragon

Fa particolarmente freddo in quei giorni che precedono il Natale. Anna sta preparando le valigie quando riceve la telefonata che le cambierà la vita per sempre. Suo marito, Martino, ha avuto un brutto incidente: è all’ospedale, è grave. Un delicato intervento gli salverà la vita ma la diagnosi è ugualmente spietata: Martino è paralizzato dal collo in giù. Anna e Martino dovranno reinventarsi una vita insieme ai loro bambini, Matteo e Margherita. Sarà un cammino doloroso, pieno di difficoltà e fragilità umane che vedrà Martino chiudersi in se stesso non accetando la sua immobilità, e Anna rincorrere il sogno di una felicità che sentiva a portata di mano e che la porterà a innamorarsi di Giulio, un caro amico di Martino.

naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

Tra terra e cielo: Noi, uomini fragili

Fammi il favore, non parlarmi del futuro, adesso vedo solo la fine del passato e l’intollerabilità del presente. Se non lo capisci è meglio che mi stai lontana. Così eviteremo di infastidirci a vicenda, io con la mia tetraggine, tu con il tuo eccesso di luminosità che, a dirtelo francamente, ora come ora più che altro mi irrita le pupille.

Tra terra e cielo è un libro sulla fragilità della condizione umana, sulla vita vera che non è quella che ci immaginiamo da piccoli ma l’insieme di accadimenti a noi sconosciuti fino all’attimo prima in cui si realizzano. È un libro che fa riflettere su quanto le nostre vite siano indissolubilmente legate a quelle di chi ci vive accanto. Tra terra e cielo è un libro interamente permeato dalla fede in Dio, che se può essere considerata un dono in quanto allevia e sostiene il dolore “certo, lei credeva in Dio, credeva che fosse Lui il padrone della vita e della morte, della gioia e del dolore, delle cose e delle persone, anche di quelle più care; da sempre si sforzava di sentire la sua voce, di farsi plasmare e guidare da Lui”, può altrettanto essere considerata una prigione perché pone dinanzi a valori cristiani in cui i protagonisti si ritrovano invischiati e con i quali non si può scendere a patti come la fedeltà, la sacralità della famiglia e la promessa di sostenersi nella malattia. “Non le importava più di nulla, peggio, la sua vera vita era diventata un peso opprimente, indesiderato, che la stringeva e la schiacciava da ogni lato; i figli, il marito, il suo Dio, la verità e l’amore erano un ingombro, un ostacolo.” È un libro che spinge a guardarsi dentro e che spesso insinua nel lettore il sospetto che, in circostanze simili, si potrebbe non essere all’altezza. Concludo con una considerazione: è un buon libro, ma il continuo e costante riferimento a Dio appesantisce inevitabilmente il racconto.

Laura Laera  (08-01-2007)

Leggi tutte le recensioni di Laura Laera


Vota il libro!
La media è 3.3 (46 voti)
 

Altri libri per parola chiave
A cielo aperto
Carte dal cielo
Il Cielo non cade mai
Il giorno del settimo cielo
La balena del cielo 
La più lucente corona d'angeli in cielo
Santo cielo, perché porti la cravatta?
Tre metri sopra il cielo
Un cielo troppo blu
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom