?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Quel Maledetto Alzheimer
Quel Maledetto Alzheimer
Nerone  
blank
Autobiografia, Italia 2006
128 pp.
Prezzo di copertina € 10
Editore: Nomade Psichico , 2006
ISBN X


Nomade Psichico
neroneart.it


Il pittore Sergio Terzi – in arte Nerone - descrive in questo libro la sua esistenza in compagnia della moglie, Silvana, affetta da Alzheimer. Nerone cura con grande amore e dedizione la sua compagna di una vita e assieme a loro vivono il cane, Nik, e la badante, una ragazza dell’Est europeo. Tutta la vita del nucleo familiare è stata profondamente modificata dalla malattia. Nonostante ciò sia Silvana che Nerone riescono ancora a godere della vita in quanto tale. Ed è la stessa malattia a far comprendere a tutti quanto sia importante la solidarietà umana, la dedizione che perfino il cane dimostra nei confronti della sua padrona invalida.

naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

Quel Maledetto Alzheimer: La Vita oltre l'Alzheimer

…Oggi, sedici marzo duemila e cinque, alle quattordici e trenta vado a Reggio Emilia con mia moglie che deve passare una visita di controllo. Ma cosa devono controllare se da sette anni le hanno diagnosticato l’Alzheimer? E’ riconosciuta invalida al cento per cento, pensano sia guarita da sola, o sia stata miracolata da Padre Pio? Ti fanno perdere del tempo umiliando anche il malato, carte su carte che arrivano in continuazione, ti fanno impazzire e se non vai le tolgono la pensione…

Il toccante racconto della quotidianità di un malato di Alzheimer e dei propri cari è soltanto in piccola parte l'argomento trattato dal libro. Infatti più che concentrarsi sulla patologia l'autore riflette sulle persone, sul loro modo di rapportarsi alla malattia. Colpisce particolarmente l'idea che lui si è fatto dell'Alzheimer, paragonato ad una gabbia in cui viene rinchiusa la più profonda essenza dell'essere umano. E le frasi, gli atteggiamenti della malata vengono interpretati dall'autore come manifestazioni del disagio del vero Io che lotta quotidianamente per poter uscire di nuovo alla luce.

La fede in Dio fa costantemente da contraltare alla rabbia sorda, che traspare dalle parole dello scrittore. Ma questo sentimento violento non è mail fine a se stesso, bensì indirizzato verso coloro che dovrebbero assistere i malati e soprattutto non lasciare sole le famiglie, spesso in balia di una patologia difficilmente gestibile.

Il racconto non lascia spazio a buonismo gratuito né tantomeno a critiche qualunquiste e prive di una fondamento. Tutto quello che si legge è frutto di esperienza vissuta, di amore dato e ricevuto. E forse questo rende il libro toccante, nonostante gli evidenti limiti stilistici.

E' un libro che parla al cuore, più che al cervello, è uno spaccato di vita vera, con la sua disperazione ma anche con le piccole gioie quotidiane, nonostante tutto. E' la descrizione di un mondo in cui, dalla devastazione della malattia, nasce ogni giorno, sempre e comunque, una speranza. E', in poche parole, la vita che vince su tutto, anche sull'Alzheimer.



Maria D'Alessandro  (04-01-2007)

Leggi tutte le recensioni di Maria D'Alessandro


Vota il libro!
La media è 2.82 (89 voti)
 

Dello stesso autore
Forestiero sul Po
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom