?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
La terra della mia anima
La terra della mia anima
Massimo Carlotto 
blank
Romanzo, Italia 2006
160 pp.
Prezzo di copertina € 15
Editore: e/o , 2006
ISBN 88-7641-738-9


e/o

Beniamino Rossini ha scoperto di avere una malattia incurabile e sta per morire. Il suo desiderio è quello di raccontare la sua storia e le sue rocambolesche avventure per farle diventare il romanzo della sua vita. La persona scelta per raccogliere le sue confidenze è Massimo Carlotto, che ispirato dallo stesso Beniamino ha inventato la figura de “l’Alligatore” e ne ha fatto il principale personaggio di alcuni tra i suoi romanzi. Questa storia comincia con il racconto della vita del protagonista e con il suo amico eletto a biografo che registra la sua voce. Poi arriva il racconto, dall’immediato dopoguerra fino ai giorni nostri, di tutta la vita di Beniamino che si svolge in maniera frenetica, avventurosa, affascinante e spesso dolorosa.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

La terra della mia anima: Dolorosa malinconia

Ho trascorso quindici anni dietro le sbarre e non riesco a fare un bilancio di quegli anni. Credo che non ci riuscirò mai. Appena ci provo, nella mente echeggia il rumore degli scarponi della squadretta di punizione. Ed è così assordante che mi impedisce di pensare.

Ho iniziato La terra della mia anima senza aver mai letto prima le avventure de l’Alligatore. All’inizio questa lacuna mi ha portata ad essere un po’ disorientata, ma man mano che sfogliavo le pagine del libro, quasi subito e all’improvviso, sono riuscita ad entrare nella storia e farmi trasportare è stato semplice. Beniamino Rossini ha avuto una vita singolare e Massimo Carlotto l’ha saputa raccontare alla perfezione: nessuna retorica, nessuna sbavatura, un equilibrio tale da non stimolare in chi legge giudizi superficiali o affrettati. Il racconto di una famiglia solida, di valori che non esistono più e di ideali difesi con onestà e sentimento. Questa è la prima cosa che il romanzo lascia. Andando avanti, divorando le pagine di questo lscorrono veloci, si scopre una dimensione sconosciuta, si guarda il mondo da un punto di vista diverso: quello di un'illegalità che non fa paura, che ha comunque un suo codice morale e che, fino a quando non si scontra con tempi più moderni e corrotti, fa parteggiare per i "cattivi". Beniamino Rossini è un fuorilegge che si fa amare. Ama la montagna ed è aspro e faticoso come lei, ma ha anche la purezza e la leggerezza che riempie i polmoni dopo una lunga camminata per impervi sentieri. Si fa fatica a credere che una persona sola abbia avuto la sua vita, mentre le sue storie scorrono sotto gli occhi, non si riesce a smettere di leggere, di immaginare e assaporare con curiosità e sorpresa. Quella di Beniamino è una vita antica e nello stesso tempo moderna, piena di situazioni al limite dell'inimmaginabile.

Il romanzo ha una maniera di raccontare onesta e asciutta, e va assaporato fino alla fine. Niente fronzoli, nessuna ipocrisia e, soprattutto, nessun inutile buonismo. Non ci sono sconti per il nostro fuorilegge che è riuscito a ritagliarsi una dimensione ed una vita nuova dopo aver scontato in carcere la sua pena. E' davvero forte è il concentrato di cose buone che riesce a tirar fuori Beniamino Rossini, un personaggio che, alla fine, ci ritroviamo ad aver amato moltissimo.



Alice Scolamacchia  (11-11-2006)

Leggi tutte le recensioni di Alice Scolamacchia


Vota il libro!
La media è 3.04 (64 voti)
 

Dello stesso autore
Arrivederci amore, ciao
L'oscura immensitą della morte
Niente, pił niente al mondo
Nordest
Dimmi che non vuoi morire
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom