?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Il principio del cavatappi
Le principe di tire-bouchon
Leila Haddad 
blank
Romanzo, Francia 2005
389 pp.
Prezzo di copertina € 17,50
Traduzione: Amarillis Rossi Valeria Pazzi
Editore: Sonzogno , 2006
ISBN 88 454 0019 0


Sonzogno

Parigi. Il fisico Bernard, candidato al Nobel, sparisce in circostanze misteriose lasciando alla moglie un inquietante biglietto nel quale afferma di essere vicino ad una grande scoperta. Se vuole comprendere, Irene deve “partire alla ricerca del vecchio Einstein e della teoria della relatività”. Impresa impossibile, dato che per Irene quei libri pieni di formule risultano assolutamente incomprensibili. Ma ecco che Léo, fascinoso giornalista scientifico, la invita a delle passeggiate didattiche, durante le quali inizia anche corteggiarla…

naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

Il principio del cavatappi: Einstein à go-go

L’Orso, un gigante con l’andatura di un bambino paffuto, la testolina da pulcino e buono come un croissant appena sfornato, evocava irresistibilmente, con i grandi occhi azzurri che sembravano sul punto di schizzare fuori dalle orbite, uno di quei santi di campagna di una volta, dall’aria rapita, per non dire un po’ da rimbambito… cosa che non gli impediva di essere uno straordinario matematico e una delle principali attrazioni del mondo scientifico francese, che lo coccolava come un avaro coccola il suo oro.

Il pretesto narrativo del romanzo non è affatto male: una donna vuole salvare il marito e per farlo deve sapere tutto sulla teoria della relatività. Per riuscire nell’intento, si fa aiutare da un giornalista fascinoso che si offre di andare a zonzo con lei per Parigi in una una serie di “passeggiate” nel mondo della scienza. Così il romanzo, che inizia come un vero e proprio giallo, diventa divulgazione attraverso un lungo excursus, perlopiù in forma di dialogo, sulla storia della fisica.
Passeggiando con i due protagonisti Léo e Irene incrocerete, tra gli altri, Giordano Bruno e Galileo, Keplero, Newton e molti altri con la consapevolezza che, prima o poi, arriverete ad Einstein. Sentirete parlare di orbite planetarie e di caduta dei gravi, di riflessione e di rifrazione, di alchimia e di onde elettromagnetiche. Léo insegnerà a Irene che per fare una grande scoperta scientifica occorre avere una intuizione così grande da ribaltare la visione delle cose. Si può aprire una bottiglia di vino girando la bottiglia oppure il cavatappi, a seconda della prospettiva che si ha, come fece Copernico, che rivoluzionò le teorie di Aristotele con il principio di rotazione dei pianeti.
E mentre tutto è tranquillo, salvo il mistero del fisico scomparso, il romanzo cambia di nuovo registro, tingendosi ancora di giallo con l’assurda sparizione di Léo, seguita da quella di un matematico amico del marito di Irene.
Consigliato a quanti amano imparare per grandi linee rassicurati dalla cornice di un romanzo, come con il celebre Il mondo di Sofia di Gaarner.


S. M.  (15-10-2006)

Leggi tutte le recensioni di S. M.


Vota il libro!
La media è 2.92 (50 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom