?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Scontro di civiltÓ per un ascensore a piazza Vittorio
Scontro di civiltÓ per un ascensore a piazza Vittorio
Amara Lakhous 
blank
Romanzo, Italia 2006
189 pp.
Prezzo di copertina € 12
Editore: e/o , 2006
ISBN 88 7641 716 8


e/o

Roma, rione Esquilino. Attorno ad un ascensore e alle rituali polemiche che scatena in un condominio di piazza Vittorio ruotano le vite di un gruppo di personaggi immersi nella realtà multietnica e multiculturale del quartiere. La portiera napoletana, il cuoco iraniano, il giovane regista olandese, il professore milanese, il balordo autoctono, l’algerino in fuga dal suo passato. Insieme a molti altri raccontano ognuno a suo modo l’omicidio di Lorenzo Manfredi detto il Gladiatore.

naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

Scontro di civiltÓ per un ascensore a piazza Vittorio: Roma centro del mondo

Ognuno di noi ha un luogo dove si trova a suo agio. C'è chi si trova bene in una chiesa, in una moschea, in un santuario, in un cinema, in uno stadio oppure in un mercato. Io mi trovo bene in cucina. E non c'è da meravigliarsene, perché sono un bravo cuoco. Ho imparato il mestiere tramandato da mio nonno a mio padre. Non sono un lavapiatti, come si dice di me nei ristoranti di Roma.

Il rione Esquilino e piazza Vittorio Emanuele II (meglio nota come piazza Vittorio) in particolare sono a Roma i luoghi simbolo dell’immigrazione. Altre zone della città hanno una popolazione ugualmente composita, ma non sono riuscite ad entrare nell’immaginario collettivo con la stessa forza. Scontro di civiltà, pubblicato originariamente in Algeria, è un passo verso la consacrazione della piazza e del quartiere che la circonda come simbolo dell’emigrazione in Italia nei paesi di orgine dei suoi abitanti. Pensate a Little Italy: non ha mai ospitato l’unica comunità italiana d’america e neanche la più grande. A pensarci bene, a parte un paio di strade, ormai è abitata prevalentemente da altre etnie, eppure è il quartiere italiano per eccellenza. Il perché è abbastanza ovvio, vista la quantità di libri e di film opera di oriundi del nostro paese che ne hanno fatto una specie di mito. Questo libretto di Amara Lakhous, che si legge agilmente nel tempo medio giornaliero che un abitante di grande città trascorre sui mezzi pubblici, potrebbe contribuire a fare lo stesso per piazza Vittorio. Per il lettore italiano, Scontro di civiltà è un assaggio garbato delle gioie e dei dolori della comunicazione interculturale, con i suoi equivoci continui e la difficoltà di trasmettere messaggi di sconcertante semplicità.

Marco Dellantonio  (08-10-2006)

Leggi tutte le recensioni di Marco Dellantonio


Vota il libro!
La media è 3.03 (66 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Che cosa ci fa un morto nell'ascensore?
La canzone del giardiniere
Racconti per ascensore
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom