?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Una spia molto inglese
A very English agent
Julian Rathbone 
blank
Romanzo, Inghilterra 2002
430 pp.
Prezzo di copertina € 18,50
Traduzione: Giovanni Giri
Editore: Barbera , 2006
ISBN 88 7899 089 2


Barbera

Londra, 1852. Charlie Boylan, armato di pistola carica, tenta di entrare nel palazzo del parlamento dichiarando di essere creditore nei confronti del governo per il servizio reso al paese come spia per quarant’anni. Imprigionato a Pentonville, inizia a scrivere le sue memorie, che vanno dalla battaglia di Waterloo ai recenti funerali del Duca di Wellington.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Una spia molto inglese: La spia che mi amava

L’hai fatto uscire, Arnie? Hai fatto scappare quel bastardo? L’uomo che ha ucciso Johnny Glew e ha fatto impiccare Jeremiah e Ludlam? A loro hanno tagliato la testa, lo sai questo? Dobbiamo fare altrettanto. Ci sono delle mannaie qua vicino, dietro l’angolo, ai mattatoi. Già, e pure un bel gancio da macellaio, ce lo appenderemo...

Charlie Boylan ha messo lo zampino in alcuni dei principali momenti della storia inglese, cambiando il corso della storia del suo paese. Ha provocato la rivolta di Peterloo, ha smascherato i cospiratori di Cato Street, che volevano uccidere il primo ministro, ha sventato un attentato contro la regina, previsto durante all’inaugurazione dell’Esposizione Universale.

Esageratamente ben scritto, anche se reso con una traduzione un po’ troppo “modernista” (questione di gusti), Una spia molto inglese è un romanzo avventurosissimo ed anche un bel modo per capire alcuni eventi storici dell’Inghilterra dell’ottocento come la rivolta di Peterloo, il complotto di Cato Street, i Luddisti, le Corn Laws di William Huskisson. Tra le vicende emerge un rutilante ritratto dell’Europa di quegli anni, luogo ancora impervio per i poveri, in cui le rivolte popolari finiscono sempre nel sangue e con la vittoria dei potenti.

La trama è complessa e articolata, e non tutte le storie hanno una risoluzione alla fine del libro, probabilmente in previsione di un sequel.
Consigliatissimo a quanti amano i racconti di ampio respiro, che risucchiano il lettore per trasportarlo altrove. Ben equilibrato l’alternarsi di vicende realmente accadute, avventure che sono il frutto della fantasia dell’autore, sentimento e sesso (tra i personaggi femminili, la figlia di Mary Wollstonecraft!).



S. M.  (02-08-2006)

Leggi tutte le recensioni di S. M.


Vota il libro!
La media è 3.38 (68 voti)
 

Dello stesso autore
Hotel California
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom