?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Care medicine
Care medicine - Quando la salute finisce in tribunale
Beniamino Bonardi 
blank
Reportage, Italia 2005
146 pp.
Prezzo di copertina € 12
Editore: Selene , 2005
ISBN 88-7894-095-X


Selene

Impietosa, quanto corretta, analisi dell’industria farmaceutica ai giorni nostri. Bonardi, facendo uso di un’impressionante mole di dati, traccia un quadro da brivido su ciò che gravita attorno a quello che solitamente prendiamo per curarci. Si parte con la drastica riduzione dei centri di ricerca e la loro burocratizzazione (un modo come un altro per indirizzare la ricerca verso campi che non intralcino le politiche delle multinazionali farmaceutiche), per arrivare alla diffusione su vasta scala di qualsiasi genere di farmaco, passato da genere di consumo saltuario (assunto soltanto quando vi è bisogno) a genere di consumo quotidiano. Bonardi, inoltre, estende la sua analisi ai casi in cui la salute, veramente, è finita in tribunale, cioè quando liberi cittadini o piccoli gruppi hanno trascinato in tribunale case farmaceutiche per le loro malefatte. L’elenco dei misfatti è vasto: dai farmaci dannosi alla salute, alla pubblicità ingannevole, dalla scarsa trasparenza scientifica, a quella economica. Sotto l’occhio del ciclone, oltre alle case farmaceutiche, vi è anche il Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, istituzione divenuta ancor meno trasparente con l’avvento dell’amministrazione Bush. L’Italia, piuttosto incapace di difendersi con armi proprie, e come sempre distratta, naturalmente è costretta ad adeguarsi.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Care medicine: Posologie

Cosa succede nel mondo delle medicine? Negli ultimi anni il rapporto di fiducia con i pazienti si è rotto. Il susseguirsi di scandali sulla pericolosità di farmaci regolarmente in commercio, la scarsa trasparenza delle case produttrici sulle conoscenze in loro possesso, il ripetersi di notizie su episodi di corruzione, hanno creato un diffuso clima di diffidenza.

L’industria farmaceutica – a differenza di quella delle armi – prospera sia durante le guerre, che durante la pace, e ha bisogno di trovare spazio nel modo di vivere di ognuno. Il saggio di Beniamino Bonardi non d ‘ricette’ o contro–indicazioni da seguire per evitare danni alla salute, ma fornisce un eccellente numero di notizie utili per prendere coscienza di quello che accade nell’industria farmaceutica. Il testo offre al lettore, nella sezione finale, un lungo elenco di schede sulle medicine a rischio, dall’Accutane allo Zyprexa, in cui sono state raccolte le singole vicende legali e si fa luce sulla loro reale sicurezza come farmaci curanti. Non è semplice, per l’uomo comune, districarsi lungo tutto quest’elenco, ma la scrittura di Bonardi è chiara e scorrevole. Leggendo attentamente scoprirete, quindi, di avere in casa o di aver usato alcuni dei farmaci citati, e magari tirerete un sospiro di sollievo per essere ancora nel mondo dei vivi. Leggendo questo libro, scoprirete poi, fra le altre cose, che il famigerato Viagra può condurre alla cecità, proprio come una volta si diceva dei frequenti abusi di autoerotismo. A parte questo, leggendo Bonardi passa completamente la voglia di sorridere e ci si scopre indifesi di fronte ad un sistema che supera noi stessi e il nostro stesso paese. Un sistema contro il quale l’unica difesa la corretta informazione.

Simone Bardazzi  (24-07-2006)

Leggi tutte le recensioni di Simone Bardazzi


Vota il libro!
La media è 3.04 (24 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Malati di farmaci
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom