?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Come ti sei ridotto
Come ti sei ridotto
Curzio Maltese 
blank
Saggio, Italia 2006
116 pp.
Prezzo di copertina € 9
Editore: Feltrinelli , 2006
ISBN 8807840685


Feltrinelli

La decadenza civile, politica, economica e culturale dell’Italia nell’ultimo decennio. L’antropologia dell’italiano medio, il delirio dell’arroganza e l’esilio dell’intelligenza. Curzio Maltese scrive un pamphlet di rara coesione e causticità che mette a fuoco i sintomi di una decadenza politica e ancor prima sociale non ancora finita e le potenzialità, tutte italiane, per superarla.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Come ti sei ridotto: Una decade di decadenza

Ci ho pensato parecchio, e ho concluso che quello che ci frega non è il pessimismo, non la depressione, non il malumore. Quello che ci frega, e ci fa alzare al mattino, e non ci fa disertare, è l’ottimismo. Se il nostro sguardo sul mondo fosse un poco più lucido avremmo già dato, da tempo, le dimissioni.

Scrivendo questa recensione a ridosso della vittoria della nazionale italiana di calcio agli ultimi campionati mondiali in Germania, osservando un paese, il nostro paese, in festa per le piazze, i borghi e le contrade, unito come non mai sotto il segno del tricolore, non si può non condividere il messaggio di grande forza e caratura morale che Curzio Maltese propone in questo breve saggio estremamente acuto; sebbene scritto e pubblicato prima delle elezioni politiche dello scorso aprile mantiene inalterata anche oggi la propria disarmante attualità.

Questo libro è di lettura impegnativa, non tanto per i temi trattati quanto per la densità delle considerazioni che quasi con dolore, e viva partecipazione, Maltese enuncia riguardo a Silvio Berlusconi, e agli ultimi dieci anni della sua attività politica italiana. La famosa “decade di decadenza” (prendiamo a prestito una retorica dalla celebre canzone dei Bluvertigo) nella quale l’Italia ha metabolizzato il proprio declino non tanto nella vita politica, quanto nella latitanza dell’assunzione di responsabilità. Ma proprio perché su Berlusconi si è già forse scritto tutto, e se non tutto certamente troppo di inutile rispetto al poco, quasi niente, di realmente incisivo e pertinente, mettiamo in secondo piano l’analisi che Maltese opera nei confronti del fenomeno individuale preferendo osservare invece la ricchezza delle considerazioni riferite alla società italiana nel suo complesso. Più che l’ambito politico, è quello sociale che sembra essere stato particolarmente centrato, individuato nelle sue peculiarità, nelle specifiche “identità collettive”. Le debolezze e le risorse di un paese allo stesso tempo debole e testardo, nei propri difetti come nelle proprie uniche qualità. Maltese lancia spesso l’ipotesi della fuga dall’Italia come scelta costretta, e non come soluzione, di fronte al bisogno di futuro che la storia recente ha di fatto precluso.

E’chiaro quindi il riferimento ai “servi contenti del regime” nel senso che Gobetti attribuiva al fascismo. Come ti sei ridotto è uno scritto complementare a Contro i perpetui di Ivan Scalfarotto, l’altra faccia di una critica al paese che non si ferma ad una sterile osservazione dello stato in essere ma si slancia in una proposta, “modesta”, scrive Maltese, a significare l’umiltà di un punto di vista tipicamente italiano.



Alberto Campagnolo  (21-07-2006)

Leggi tutte le recensioni di Alberto Campagnolo


Vota il libro!
La media è 3.37 (53 voti)
 
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom