?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Donne di Greve
Donne di Greve, Primo maggio 1917 nel Chianti: donne in rivolta contro la guerra
Roberto Bianchi 
blank
Storico, Italia 2005
112 pp.
Prezzo di copertina € 10
Editore: Odradek , 2005
ISBN 88-86973-65-9


Odradek

Il primo maggio del 1917 le donne di Lamole, nel Chianti, marciarono, assieme ad altri “dissidenti”, per protestare contro la guerra in atto. L’evento, pur nella sua dimensione locale, riveste una certa importanza se si considera la condizione femminile e delle masse durante il Primo Conflitto Mondiale.
Il poeta Gallileo Gagli descrisse questa manifestazione nel suo poema La Baccheide (poema eroicomico in rima), da cui sono tratti ampi stralci, che accompagnano la ricostruzione storica, politica e sociale del periodo fatta dall’autore del libro.


naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio naldinagrigio

Donne di Greve: La non-violenza ai tempi della Grande Guerra

Sta a noi troncar la guerra, al debol sesso / libero sempre, e non al sesso
forte / che dalla ferrea disciplina è oppresso: / chi si ribella è
condannato a morte. / Ma a noi che possono fare? A noi è permesso / di
lamentarci della nostra sorte. / Andiamo al Capoluogo e protestiamo / e il
nostro grido sia: li rivogliamo!
(Gallileo Gagli, La Baccheide)


La lettura di questo breve saggio storico è sicuramente illuminante per quanto riguarda alcune delle dinamiche sociali presenti nel periodo descritto dall’autore. Viene dato un quadro ben preciso e completo della situazione in cui versava non solo la Toscana ma, in parte, l’Italia tutta. Le collusioni tra ricchi e potenti e parte del clero, favorevole al conflitto, la distribuzione di fondi per le famiglie bisognose, che non avrebbero mai raggiunto i destinatari, il malcontento delle masse e la manipolazione degli esigui mezzi di informazione a disposizione della popolazione sono soltanto alcune delle tematiche affrontate in questo lavoro. Sicuramente l’autore ha voluto offrire in tal modo un quadro completo ed esauriente della situazione e delle motivazioni che portarono alla manifestazione del Primo Maggio. Purtroppo ha poi relegato il fulcro del libro, cioè la manifestazione stessa, ad alcune pagine di narrazione. In tal modo il lettore viene un po’ fuorviato e rimane indiscutibilmente deluso, in quanto “costretto” a sfogliare almeno una cinquantina di pagine prima di arrivare all’evento annunciato dal titolo.
Premettendo che la descrizione della società del tempo è non solo precisa ma anche interessante, viene da chiedersi come mai l’autore abbia scelto un tale titolo, incorrendo nella sicura delusione dei lettori, quando sarebbe potuto arrivare ad un risultato ben diverso solamente aggiungendo un piccolo sottotitolo – tipo: fatti ed antefatti. Primo maggio etc. etc. In tal modo il lettore sarebbe stato fin dall’inizio ben disposto e predisposto a gustarsi la notevole qualità del lavoro di ricerca svolto.


Maria D'Alessandro  (06-07-2006)

Leggi tutte le recensioni di Maria D'Alessandro


Vota il libro!
La media è 3.23 (26 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Come si seducono le donne
Con le donne monologo spesso
Donne che amano troppo
Donne che hanno troppo da fare
Donne di fiori
Donne in centrifuga
Donne sullo schermo
Elogio delle donne mature
Figure di donne
Fiori di Bach per le donne
Giornale di guerra e di prigionia
Il cacciatore di donne
La compagnia delle donne
La grande guerra
Le donne di Brewster Place
Le donne spariscono in silenzio
Romanzo per donne
Uomini che odiano le donne
Verdun-La pił grande battaglia della prima guerra mondiale
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom