?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Shantaram
Shantaram
Gregory David Roberts 
blank
Romanzo, Australia 2003
1180 pp.
Prezzo di copertina € 22
Traduzione: Vincenzo Mingiardi
Editore: Neri Pozza , 2005
ISBN 88-545-0057-7


Neri Pozza

Dagli slum di Bombay alle montagne dell'Afghanistan e del Pakistan, Gregory David Roberts vive il conflitto dell'essere un uomo in fuga nel mondo e prigioniero di se stesso e della sua disperazione. Alle sue spalle c'è un deserto e un disastro e soltanto nel cuore dell'India troverà, alla fine, le risposte necessarie a risollevarsi.

naldina naldina naldina naldinagrigio naldinagrigio

Shantaram: Too long in exile, l'odissea di Gregory David Roberts

Un uomo sano di mente è soltanto uno che sa mentire meglio di un pazzo.

Quando arriva a Bombay, Gregory David Roberts non ha più nemmeno il suo nome. Alle spalle ha una condanna per rapina, in Australia, e un'evasione. Non può tornare indietro, non si può mai tornare indietro. Ma quando arriva a Bombay non ha sciolto ancora il nodo che lo lega al suo passato: "La mia cultura mi aveva insegnato bene le cose sbagliate" dice ad un certo punto di Shantaram e lui tutte quelle "cose sbagliate" comincia a metterle in funzione anche in India dove traffica con la mafia e altre forme di delinquenza. Le discese negli inferi non bastano mai e il passaggio per finire a combattere in Afghanistan, all'epoca dell'invasione e dell'occupazione sovietica, è un semplice flashback della memoria. Uno dei tanti perché Shantaram raccoglie a piene mani dalla tormentata autobiografia di Gregory David Roberts per trasformarsi in un voluminoso romanzo in cui s'incrociano e si mescola la tradizione dell'avventura, una certa passione per la filosofia esotica e, inevitabilmente, l'articolatissimo e variopinto mondo della cultura e della vita quotidiana in India. Gregory David Roberts scrive con il cuore in mano, senza cercare particolari effetti linguistici o raffinate soluzioni letterarie: in un certo senso si percepisce pagina dopo pagina che la sua storia preme per uscire. Tra un'enorme varietà di personaggi, spesso in lotta tra loro in guerre più o meno dichiarate, Gregory David Roberts o meglio Lin, come viene chiamato a Bombay, finisce per essere il bersaglio preferito di una vendetta, di un risentimento, di qualche affare andato male e gli capita di trovarsi più di una volta in celle infestate da insetti famelici piuttosto che da carcerieri cinici e crudeli. In tutto questo la sua ricerca di una luce è incessante perché, come scrive in uno dei passaggi nascosti tra le mille pagine di Shantaram, "Uno dei motivi per cui abbiamo un terribile bisogno d'amore e lo cerchiamo disperatamente, è perché l'amore è l'unica cura per la solitudine, la vergogna e la sofferenza. Ma alcuni sentimenti si nascondono così profondamente nel cuore che solo la solitudine può aiutarti a ritrovarli. Alcune verità sono così dolorose che solo la vergogna può aiutarti a sopportarle. E alcune circostanze sono così tristi che solo la tua anima può riuscire a urlare di dolore". Shantaram è un feuilleton nel senso più nobile del termine: ricco di colpi scena, movimentatissimo dall'inizio alla fine, scorre come un film già scritto.

Marco Denti  (12-06-2006)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 4.03 (125 voti)
 

Articoli
Intervista a Gregory David Roberts
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom