?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
Drive
Drive
James Sallis 
blank
Noir, Stati Uniti 2005
160 pp.
Prezzo di copertina € 14
Traduzione: Luca Conti
Editore: Giano , 2006
ISBN 88-7420-076-5


Giano

Driver guida per professione e per passione per le strade di una Los Angeles permeata da una straziante solitudine. Il suo tran tran prevede qualche colpo ad effetto per il cinema e ogni tanto un colpo fuorilegge. Nell'insieme, se la cava almeno fino a quando non Ŕ testimone di un massacro. Da lý in poi, cambierÓ direzione e Los Angeles troverÓ un altro angelo nero.

naldina naldina naldina naldinamezzo naldinagrigio

Drive: Lost Highway, James Sallis a Los Angeles

La vita non fa altro che mandarci dei messaggi, e poi resta a vedere, sghignazzando, com'Ŕ che non riusciamo a capirci un accidente.

Guidare a Los Angeles, il capolinea del West, vuol dire dispiegare la propria personalità contro le altre otto milioni di vite imprigionate nelle automobili e sul traffico delle freeway. Guidare a Hollywood, una sensibile frazione della città, vuol dire stare in bilico tra l'attesa e lo show, tra la gloria singolare di un solo momento e quei lunghi periodi di noia che lo precededono. Guidare lungo il crinale del California dream vuol dire sfiorare il colpo grosso, sognarlo tutti i giorni e vederlo svanire insieme al tramonto color vaniglia. Sono le queste le vite di Driver, il protagonista senza nome di Drive, romanzo di James Sallis che schizza e brucia come una sgommata sull'asfalto. Driver è uno stuntman che guida con la stessa passione di Thunder Road: "Guidare. Era quel che faceva. Quel che avrebbe sempre fatto". Quello che si dice una certezza: del resto tra i set di Hollywood, dove un buon inseguimento non manca mai, e le strade incise nel deserto della contea di Los Angeles, le occasioni non gli mancano. Non tutte pulite, pare persino ovvio, perché in una città dove interpretare una parte è la normalità, agire mascherati può anche sembrare regolare. Quando qualcosa va male, o va peggio, si può sempre cambiare ruolo, costume, nome e cognome ed è qui che Driver, incollato al volante delle sue automobili riviste e truccate a loro volta, comincia ad andare contromano perché guidare vuol dire anche, e soprattutto, scegliere la direzione. Senza un fronzolo, una virgola o un aggettivo in più del necessario, James Sallis lascia scivolare sulle strade di Los Angeles un personaggio straordinario con una morale singolare e uno spirito indomito e, si vedrà pagina dopo pagina, anche spietato. Parafrasando il motto di un ristorante frequentato da Driver ("Usiamo il cibo per dar sapore all'aglio") qui si usa la storia per dar sapore al personaggio che di suo già basterebbe. Il cambio di direzione che s'impone, nel sangue e nella vendetta, scava nell'anima di Driver e ancora più a fondo in quello di Los Angeles, una città dove tutti interpretano più ruoli e giocano su più tavoli. Nessuno è innocente, restare anonimi è già una fortuna: in un'atmosfera arida e spietata, Driver è solo un fuggitivo ad un destino beffardo che incombe come il deserto intorno alla città. Da leggere in una sera o due, non di più: Driver è uno che va forte.

Marco Denti  (29-05-2006)

Leggi tutte le recensioni di Marco Denti


Vota il libro!
La media è 3.51 (45 voti)
 

Dello stesso autore
Cypress Grove Blues
Vite difficili
La mosca dalle gambe lunghe
La falena
Il calabrone nero
La strada per Memphis

Altri libri per parola chiave
Buongiorno Los Angeles
Hollywood Confidential
La strada per Los Angeles

Articoli
Intervista a James Sallis
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom