?
lettera.com [libri con qualcosa di speciale dentro]
home
libri
articoli
archivio
L'amore goloso
L'amore goloso
Roberta Schira 
blank
Cucina, Italia 2005
198 pp.
Prezzo di copertina € 13
Introduzione: Allan Bay
Editore: Ponte alle Grazie , 2005
ISBN 88-7928-779-6


Con la partecipazione straordinaria di Alfonso Signorini e “lo zampino” di Allan Bay.

Ponte alle Grazie


Un ricettario double face, da un lato Come sedurre Lui a tavola con intriganti consigli per il dopocena, dall’altro Come sedurre Lei a tavola con intriganti consigli per il dopocena. Una serie di menù completi e stuzzicanti, per serate all’insegna di cibo e sensualità, costruiti ad hoc per le tipologie tipiche in cui si possono suddividere uomini e donne. Per Lei una esilarante sequela di consigli e ricette per conquistare il coatto, il bello e dannato, l’intellettuale di sinistra, il mammone e il principe azzurro. E per lui consigli e chicche gastronomiche per sedurre la materna, l’etnica, la sportiva, la competente e la pseudo. E, in tempi di par condicio, la partecipazione di Alfonso Signorini che ne garantisce la fruibilità anche ai gay.

naldina naldina naldina naldina naldinagrigio

L'amore goloso: Cucinare con amore!

Gli esseri umani mangiano e fanno l’amore non solo perché hanno fame o perché sentono desiderio, ma per svariati motivi che, la maggior parte delle volte, sfuggono anche a loro stessi.

Di primo acchito sembra un ricettario afrodisiaco come ce ne sono tanti ma a ben guardare -e leggere-, possiamo dire di essere, invece, alle prese con un manuale di alchimie amorose. Moderno, s’intende! Una volta individuate le caratteristiche peculiari dell’oggetto dei nostri desideri e dopo averlo inquadrato in una delle possibili tipologie -elencate con un’ironia raffinata degna di nota-, non ci resta che invitarlo/la cena. Il manuale suggerisce anche l’sms tipo al quale non dovrebbe resistere anche se, per attrarre la preda nella ragnatela, dovremo darci un po’ da fare da soli. Poi, però, il gioco è fatto: le ricette ed i menù consigliati ma anche le atmosfere da creare, le luci, gli odori, l’allestimento della tavola (che per alcune pietanze non sarà altro che il gourmet stesso) sono così ben fatti che, una volta riusciti a portare la vittima alla nostra tavola, è quasi certo che riusciremo a portarcela anche a letto! Insomma, cosa cucinare per loro ma, soprattutto, come cuocerli a puntino… Ben determinato ad aiutarci a raggiungere l’obiettivo, in altre parole un libidinoso connubio di cibo e sesso, il manuale in questione è decisamente delizioso.

Le tipologie umane -diciamolo pure, i soggettoni- con cui si suppone abbiamo a che fare, sono affrontate con una certa abilità psicologica ed una sagacia non irrilevante. Comunque c’è poco da ridere… tutti quanti siamo stati attratti/e (inspiegabilmente, qualche volta, tanto tempo fa… ) da una pseudo o da un coatto. Non ci credete? Andate a vedere se le descrizioni vi ricordano qualcuno e rassegnatevi: a qualcuno ricorderanno voi! Le ricette sono accattivanti e di facile esecuzione: Roberta Schira è abile maestra, si muove tra i fornelli con disinvoltura senza dimenticare la sensualità dell’arte del cucinare ed ha saputo dare al cibo significati e simboli nuovi. E Allan Bay, lo scrittore che negli anni più recenti ha rivoluzionato i libri di cucina, può ben vantare l’orgoglio di avere trasformato un paio di generazioni di “inetti” in abilissimi cuochi!

Le atmosfere proposte di contorno sono tutte intriganti, molte originali, qualcuna pericolosa -va bene mangiare su un grande specchio posato per terra, ma una certa prudenza nelle evoluzioni del dopocena andrebbe consigliata- e molto curate nei dettagli: “[…]dopo averle legato i polsi con un paio di manette di peluche rosa, schiaffeggiatele dolcemente, ma con determinazione, le natiche con un gambo di turgido ed emblematico sedano bianco. […] Se non trovate le manette rosa, piuttosto che rinunciare a questo gioco, usate un foulard di Hermés vintage, di cui ovviamente le farete dono al termine della serata.” Insomma, talmente curato nei dettagli da essere d’aiuto anche ai/alle seduttori/trici meno abili. Certo, qualcosa è lasciato anche all’intelligenza del lettore... Se non siamo dotati/e di un fisico bestiale eviteremo di proporci come vassoio per una portata di sashimi e sapremo bene se sarà, o no, il caso di presentarci a sorpresa nel suo ufficio senza mutandine e col panierino per la colazione. Insomma, se applicati con il buonsenso necessario per non scatenare tragedie o uccidere l’ambita preda in un’esplosione di risate convulsive, L’Amore Goloso contiene una serie di consigli al peperoncino, capaci di trasformare una cena in un’orgia (in senso lato, le ricette di norma sono per due commensali) di peccati di gola e lussuria. Anche le citazioni non sono da sottovalutare. Si passa da Isabel Allende, che con Afrodita ha lasciato un segno letterario di tutto rispetto sul connubio cibo-sesso, al grande Montalbán, giustamente citato come vate.

Infine, se tutto dovesse andare nel peggiore dei modi, se la preda non si presentasse al rendez-vous o vi scopriste davvero incapaci ai fornelli, poco male. Vi resterebbe una serata libera per leggere il libro: allegro, sfrontato, raffinato e piacevolissimo. E meditare sulla vostra sfortuna.



Simonetta Degasperi  (03-02-2006)

Leggi tutte le recensioni di Simonetta Degasperi


Vota il libro!
La media è 2.91 (23 voti)
 

Altri libri per parola chiave
Aglio e zaffiri - Vita segreta di una gastronoma mascherata
L'amore dura tre anni
L'amore fatale
L'amore immaginario
L'amore in ombra
L'amore per caso
L'amore perduto e la teoria dei quanti
L'amore rimane
L'amore ucciso
L'amore un cane che viene dall'inferno
L'amore una droga leggera
L'amore, il matrimonio, i chili di troppo
L'amore, qualunque cosa significhi
mascherato  Il libro mascherato

Riteniamo che il sistema alimentare debba essere riorganizzato sulla base della salute: per le nostre comunit`, per le persone, per gli animali e per il mondo naturale.


newsletter news - lettera


cerca


Feed - lettera

rss RSS / atom Atom